22:33 25 Febbraio 2021
Italia
URL abbreviato
140
Seguici su

Le Fiamme Gialle eseguono il decreto di sequestro preventivo disposto dalla Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti delle mascherine, per cui sono stati stanziati complessivamente 1,25 miliardi di euro dal commissario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri.

La polizia valutaria della Guardia di Finanza a Roma e Milano su mandato della Procura capitolina sta operando sequestri per 70 milioni di euro di tra conti correnti, quote societarie, beni e immobili di lusso.

Gruppo cinofilo Guardia di Finanza
© Foto : GdF
Guardia di Finanza

L'indagine ruota attorno agli appalti delle mascherine, per cui il commissario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri ha stanziato 1,25 miliardi di euro a beneficio di 3 consorzi cinesi per l'acquisto di 800 milioni unità mediante l'intermediazioni di imprese italiane.

A carico di quest'ultime l'inchiesta della Procura di Roma ipotizza reati pesanti come riciclaggio, ricettazione, traffico di influenze illecite in concorso e aggravato dal reato transnazionale, illeciti amministrativi da parte di enti.

Secondo le indagini, le imprese italiane che hanno ricoperto il ruolo di intermediari avrebbero ricevuto commissioni per decine di milioni di euro, nonostante la struttura del Commissario non le avesse erogate. 

La notizia è stata commentata dal leader della Lega, Matteo Salvini, che in un messaggio su Twitter ha scritto: "Cambiamento e trasparenza, questo chiedono gli italiani (e la Lega) dopo mesi di inefficienza e documenti nascosti o secretati".

Tags:
Giustizia, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook