02:07 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Maxi evasione fiscale milionaria organizzata da quattro persone dell'hinterland di Torino e operanti nel settore della componentistica per auto. L'intervento delle Fiamme Gialle ha scoperto la truffa.

Il metodo è sempre lo stesso, la costituzione di società “cartiere” il cui unico scopo è quello di emettere fatture per operazioni inesistenti con l’obiettivo di evadere il fisco e ridurre il pagamento delle imposte correlate all’IVA.

La Guardia di Finanza di Torino ha scoperto così una maxi evasione del valore di 1,6 milioni di euro frutto di un accertamento su fatture per operazioni inesistenti per oltre 7 milioni di euro.

Quattro persone sono state denunciate e la Procura della Repubblica di Torino ha disposto il sequestro di beni fino alla concorrenza di 1,6 milioni di euro. Le Fiamme Gialle hanno quindi provveduto al sequestro di 250 mila euro, di 9 immobili e di un terreno.

L’attività sospetta

L’indagine è partita dall’abnorme quantitativo di prelievi effettuati da uno degli indagati dal proprio conto corrente.

Questi riceveva effettivamente le somme descritte nelle fatture per non destare sospetto, tuttavia in seguito effettuava prelievi al bancomat per restituire in contanti le somme fittiziamente percepite.

Le imprese coinvolte operavano tutte nel settore della produzione di componentistica per auto.

Tags:
Torino, Guardia di Finanza
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook