23:46 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Il taglio della droga avrebbe potuto fruttare alla criminalità organizzata un guadagno milionario.

Le Fiamme gialle del Comando provinciale di Reggio Calabria, in collaborazione con i funzionari antifrode dell'Ufficio Adm di Gioia Tauro, hanno messo a segno un sequestro di oltre 1,3 tonnellate di cocaina immagazzinate nel porto di Gioia Tauro. Lo riporta il Corriere della Calabria.

La droga, che è stata recuperata nel corso di tre distinte operazioni condotte sotto la coordinazione del procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri e dall'aggiunto Gaetano Paci, raggiunge un valore vicino ai 260 milioni di euro.

L'individuazione degli stupefacenti, che erano stati occultati in tre container di caffè, carne congelata e frutta esotica, è stata resa possibile dall'utilizzo di sofisticati scanner in dotazione all'agenzia delle Dogane.

Le ricostruzioni delle forze dell'ordine hanno permesso di accertare che, qualora i narcotrafficanti fossero venuti in possesso della cocaina, questa sarebbe stata tagliata fino a quattro volte per poi inondnare le piazze di spaccio di mezza Europa, per un guadagno milionario per la criminalità organizzata.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook