02:10 02 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Ritrovato in strada a Milano un esemplare di pitone, il serpente è stato probabilmente abbandonato al freddo. Salvato dalla chiamata di una passante all'Enpa Milano.

No, non siamo nell’Africa meridionale e tra foreste umide ricche di vegetazione, ma a Milano in una fredda giornata ancora da zona arancione, ed è qui che i volontari dell’Enpa hanno salvato un pitone impietrito dal gelo lo scorso venerdì.

I soccorritori dell’Ente nazionale protezione animali sono intervenuti intorno a mezzogiorno chiamati da una signora che, in via La Spezia a Milano, si era imbattuta in un lungo serpente.

Spaventata dal ritrovamento e incerta sul da farsi, ha preferito contattare il pronto intervento dell’Enpa Milano. Ricevuta la foto del rettile a quel punto i soccorritori sono intervenuti per recuperare l’animale strisciante.

La signora ai soccorritori ha anche detto di aver contattato la Polizia locale e i Vigili del fuoco ma questi non avevano potuto garantire l’intervento per lo sciopero generale in corso venerdì scorso.

1 / 4
I soccorritori di ENPA Milano recuperano pitone in via La Spezia

L’Enpa ha trasferito il pitone presso la sua clinica veterinaria e si sono affrettati nel porlo in una bacinella con acqua tiepida per evitare che il troppo freddo lo uccidesse. Il rettile si è ripreso dopo circa mezz’ora.

Prima allevati e poi abbandonati

Il presidente dell’Enpa di Milano dice che “questi rettili non possono essere lasciati all’aperto con queste temperature, sono animali a sangue freddo, abituati in natura a tutt’altro clima”.

Ed è possibile che si sia trattato di un abbandono dice il presidente Enpa Milano, anche se è possibile che una teca lasciata inavvertitamente aperta ne abbia potuto consentire la fuga.

“Molto spesso il loro rinvenimento è dovuto ad abbandoni volontari, che avvengono per le difficoltà di gestione nelle abitazioni. Un fatto che può mettere a rischio la vita dell’animale e che costituisce un reato penale”, ricorda l’Enpa.
Tags:
serpente
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook