01:59 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Ritorno a scuole anche per le superiori in 7 regioni italiane, anche se a capienza dimezzata. Riprendono così le lezioni in presenza sulla quasi totalità del territorio italiano.

Ritorno in classe in quasi tutta Italia da lunedì 1 febbraio, comprese le scuole superiori, ma non effettivamente per tutti. Le superiori dovranno osservare un rientro in classe al 50% della capienza o al massimo al 75%, garantendo al resto degli studenti la didattica a distanza.

Sono sette le regioni che hanno ritardato il più possibile il rientro in classe: Veneto, Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Puglia, Sardegna. In totale oggi rientrano 976.668 studenti da queste regioni.

Da oggi anche in queste regioni gli studenti delle superiori rientrano in classe con il limite di capienza previsto dai decreti nazionali.

A restare ancora a casa sono gli studenti delle scuole superiori della Sicilia, la Regione Siciliana è infatti rimasta in zona arancione e così il presidente di regione Nello Musumeci ha firmato una ordinanza con cui rinviava il rientro delle superiori all’8 febbraio. Solo le scuole medie sono già rientrate in classe, per un totale di 144.974 studenti scrive l’Ansa.

La raccomandazione in Campania

Il rientro in classe delle superiori in Campania è con la raccomandazione del presidente di regione Vincenzo De Luca di prediligere la Dad se lo richiedono gli studenti e/o i genitori.

De Luca, con ordinanza del 28 gennaio scorso, ha infatti rivolto una raccomandazione diretta ai dirigenti scolastici contenente una richiesta di limitazione alla ripresa dell’attività scolastica.

Tags:
Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook