14:55 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Pubblicato dal Ministero della Salute il Piano vaccinale con la tabella che indica le tempistiche di ricezione delle dosi vaccinali da parte delle società farmaceutiche. Sanofi/Gsk slitta al 2022.

Il Ministero della Salute ha pubblicato il decreto del Piano vaccinale con cui viene normato l’intero processo della campagna vaccinale in Italia.

Nel decreto spicca la tabella con il piano di distribuzione dei vaccini da parte delle compagnie farmaceutiche e si nota subito come i 40 milioni di dosi che Sanofi/Gsk dovrebbe distribuire all’Italia come da contratto, slittano al 2022 perché Sanofi ha dovuto ripetere la fase 2 delle sperimentazioni.

Sanofi di recente ha infatti ammesso di essere in ritardo con il suo vaccino e per questo motivo ha aperto alla collaborazione con Pfizer e dal prossimo luglio produrrà alcuni milioni di vaccini di quest’ultima. Pfizer da settimane è alla ricerca di altre società farmaceutiche disponibili a produrre il loro vaccino perché da sola non riesce a soddisfare la domanda degli Stati richiedenti.

In totale l’Italia ha opzionato 226 milioni di dosi di vaccino dalle principali compagnie farmaceutiche, tra cui Pfizer, Moderna, Curevac, Johnson & Johnson, Astra Zeneca.

L’Italia entro i primi tre mesi del 2021, si apprende dalla tabella allegata al decreto del Piano vaccinale, attenderebbe quasi 7 milioni di dosi dalle varie società farmaceutiche.

I negoziati in esclusiva alla Commissione UE

In un passaggio del testo del Piano vaccinale si legge che la Commissione UE ha ricevuto da tutti gli Stati membri il mandato di condurre in via esclusiva gli accordi con le case farmaceutiche.

“La Commissione UE e gli Stati membri hanno poi sottoscritto un accordo in base al quale i negoziati con le aziende produttrici sono stati affidati in esclusiva alla stessa…”

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook