02:27 28 Febbraio 2021
Italia
URL abbreviato
101
Seguici su

Aggiornato il protocollo sanitario per l'apertura degli impianti di risalita e salvare la stagione sciistica, che dovrebbe partire il prossimo 15 febbraio. Le Regioni attendono ora il via libera del Governo.

Tenendo conto delle considerazioni del Comitato Tecnico Scientifico, nel corso della giornata di oggi dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome sono state aggiornate le linee guida per riaprire in sicurezza gli impianti sciistici.

Ha spiegato le novità introdotte il governatore della Liguria e vicepresidente della Conferenza Giovanni Toti, che ha sottolineato il rispetto dei vincoli dell'ultimo dpcm, in particolare sulla chiusura totale degli impianti nelle zone rosse, mentre nelle zone arancioni sarà possibile "un'apertura contingentata al 50%".

"Per le seggiovie è possibile la portata massima al 100% della capienza del veicolo ma è obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica. Tale portata è ridotta al 50% se le seggiovie sono utilizzate con la chiusura delle cupole paravento. Per le cabinovie è prevista una riduzione al 50% della capienza massima del veicolo e l’uso obbligatorio di mascherine chirurgiche. Analogo limite è previsto per le funivie sia per la fase di salita che di discesa, prevedendo sempre l’uso di mascherina chirurgica. Inoltre abbiamo aggiunto rispetto alla precedente proposta la previsione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili, considerando anche gli abbonamenti settimanali e stagionali con l’obiettivo di limitare il numero massimo di presenze giornaliere sui campi da sci".

Toti ha poi concluso sottolineando come le Regioni si aspettino ora una "rapida validazione da parte del Governo" per "dare ai gestori il tempo necessario per organizzarsi a fronte di una stagione purtroppo già compromessa".

In Italia, secondo gli ultimi dati del ministero della Salute, sono stati registrati 14.372 nuovi contagi di coronavirus e 492 decessi, così come è diminuita la pressione ospedaliera con meno ricoveri nei reparti Covid e meno posti occupati nelle terapie intensive.

Tags:
Turismo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook