17:10 01 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Nell'ultimo semestre sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 200.000 euro in seguito all'identificazione di casi di caporalato nella piana di Gioia Tauro.

I Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, insieme alle Unità specializzate del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno segnalato all'Autorità Giudiziaria i titolari di tre aziende agricole situate a San Ferdinando e Laureana di Borrello, nella piana di Gioia Tauro. Lo riporta il Corriere della Calabria.

Ai tre indagati sono state contestate sanzioni amministrative per un totale di 11.500 euro in seguito a dei controlli ispettivi che avevano evidenziato delle violazioni riguardanti due lavoratori braccianti extracomunitari che erano stati trovati senza regolare contratto.

Altri quattordici casi di braccianti agricoli operanti senza regolare contratto sono invece stati identificati a Rosarno, nel corso di due ulteriori accessi ispettivi.

Come riferito dalle forze dell'ordine, nell'ultimo semestre sono stati circa trenta i controlli effettuati in aziende agricole della piana di Gioia Tauro per contrastare il fenomeno del caporalato che hanno portato nel complesso a circa 200.000 euro di sanzioni e all'identificazione di 200 lavoratori abusivi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook