04:20 02 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
290
Seguici su

Ritrovata dopo 20 anni la lapide della ‘femme fatale’, la contessa di Castiglione che convinse Napoleone III a fare la guerra al fianco del Piemonte.

La Fondazione Cavour dopo 20 anni di ricerche ha rinvenuto tra reperti in liquidazione la lapide della tomba di Virginia Oldoini Verasis, la contessa di Castiglione nota con l’appellativo di ‘femme fatale’ perché a metà dell’800 convinse con la seduzione Napoleone III a entrare in guerra al fianco del Piemonte durante la Seconda Guerra d’Indipendenza (1859).

La contessa fu inviata in missione presso l’imperatore di Francia dal conte di Cavour, il quale era suo cugino acquisito.

La lapide era tra i reperti della liquidazione del vecchio Premio Grinzane Cavour, riporta l’Ansa.

La lapide, per quanto sia costituita da una semplicissima lastra di marmo priva di ogni decorazione, ha una lunga storia.

Nel 1999 Giuliano Soria l’aveva portata in Italia dal cimitero di Parigi Père-Lachaise per farla restaurare, mentre nel cimitero veniva apposta una copia.

Il Soria è poi finito in disgrazia per guai con la giustizia e così della lapide, giunta a fine millennio a Torino dove doveva essere restaurata in occasione del centenario dalla morte della contessa, si erano perse le tracce.

A complicare le cose non solo la messa in liquidazione della sua istituzione, il premio Grinzane Cavour, ma anche la coincidenza di una lapide abbandonata nel deposito di una impresa edile a sua volta fallita anni dopo.

Ora la lapide è stata presa in carico dalla Fondazione Cavour che si occuperà a suo spese di contattare il Ministero della cultura francese per concordare la destinazione finale della lapide.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook