21:07 25 Febbraio 2021
Italia
URL abbreviato
216
Seguici su

Il segretario organizzativo del Pd, Stefano Vaccari, ha annunciato una piattaforma online per la registrazione degli elettori e la partecipazione al voto delle primarie.

Il sistema online prevede due fasi, "una di registrazione per il rilascio delle credenziali e poi la partecipazione al voto delle primarie", ha dichiarato Vaccari. La piattaforma verrà illustrata lunedì in una riunione con i dirigenti delle città capoluogo nei prossimi mesi tra cui Roma, Tornio, Napoli e Bologna.

Secondo quanto ha riferito il segretario ad Adnkronos, questo strumento sarà importante "laddove non si riuscirà a trovare unitarietà su una candidatura", in quanto sarà quel luogo che consentirà "di più alle persone di incontrarsi ed esserci".

Tuttavia non sarà un sistema obbligatorio per tutti, verrà data la liberà di scegliere. Tuttavia con le norme anti Covid le alternative non sono molte.

Nei territori però il voto online ha già suscitato critiche a Torino, mentre a Roma sono arrivate da Carlo Calenda che ha paragonato il Pd all'M5s e alla piattaforma Rousseau.

Vaccari dunque respinge qualsiasi critica legata all'abbandono del voto classico affermando che i Dem non arrivano "certo per ultimi in questo campo" e che negli ultimi mesi il voto online è stato già testato per "platee più ridotte" come i segretari provinciali o di Circolo.

Correlati:

Crisi, vicesegretario PD: Renzi non riuscirà a far cadere il governo
Renzi: "Da oggi pronti ad andare all'opposizione". Ma c'è chi è pronto a tornare con il PD
Sondaggi, la crisi premia maggioranza: il M5S fa un balzo avanti e il PD supera la soglia del 20%
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook