02:18 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
12923
Seguici su

Venerdì è il giorno della valutazione epidemiologica nazionale con la rimodulazione delle zone regione per regione. Il Cts oggi deciderà le "sorti" di almeno 4 regioni per i prossimi 14 giorni.

Come ogni venerdì il Comitato tecnico-scientifico fa una valutazione dei dati epidemiologici regionali per verificare l’indice Rt e tutta una serie di altri parametri come la saturazione delle terapie intensive e dei posti letto occupati, per capire se una Regione è in fase di miglioramento o di peggioramento.

Da questa analisi dipende la futura collocazione in zona rossa, arancione o gialla per le prossime due settimane a partire da domenica 24 o da lunedì 25 gennaio.

La valutazione si farà sui dati forniti dall’Istituto superiore di sanità (Iss), a cui spetta sin dall’inizio della pandemia il monitoraggio del Coronavirus.

La Regione Veneto è tra quelle che spera di passare in zona gialla dalla attuale zona arancione, qui i dati erano già migliorati le scorse settimane.

La Lombardia resta invece zona rossa come stabilito dall’ordinanza del ministro Speranza la scorsa settimana. Al Tar della Lombardia pende una richiesta di annullamento di quella ordinanza, ma potrebbe arrivare troppo tardi, ovvero il prossimo venerdì il Cts si riunirà ancora una volta per valutare la situazione e potrebbe decidere di passare la Lombardia in zona arancione.

Il Lazio potrebbe passare da arancione a gialla, su questo c’è fiducia grazie ai dati giornalieri delle ultime due settimane.

In Sicilia la situazione è invece diversa e si va verso la massima cautela, perché la flessione dell’epidemia c’è stata ma non è stata così significativa da giustificare un cambio di zona.

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci non ha escluso che a febbraio potrebbe decidere per un lockdown sulla falsa riga di quello vissuto nella prima fase della pandemia tra marzo e aprile del 2020.

Per quanto riguarda la zona bianca risulta difficile credere che qualche regione vi possa essere ammessa data la situazione nazionale e internazionale.

In Europa c’è preoccupazione per i viaggi internazionali e per la diffusione delle varianti tra i Paesi membri.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook