12:55 02 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
123
Seguici su

Rispondendo all'allarme lanciato negli scorsi giorni dal capo dell'Organizzazione mondiale della Sanità, il Papa predispone un piano di "inclusione" nel programma vaccinale per senzatetto e persone in difficoltà che ruotano attorno a Città del Vaticano.

"Nessuno escluso". Queste le parole d'ordine che guideranno la campagna di vaccinazione presso la Santa Sede, mirata ad un obiettivo preciso: l'accesso universale al vaccino. Nell'ambito di questo programma il Vaticano ha dato il via alla vaccinazione degli ospiti delle strutture di assistenza, per lo più senzatetto e persone che vivono ai margini, difficilmente rintracciabili durante una campagna di vaccinazione di massa.

Il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, ha fatto sapere con un comunicato diffuso ai giornalisti che mercoledì mattina "nell'atrio dell'Aula Paolo VI, mentre prosegue il piano di vaccinazione dello Stato della Città del Vaticano, un primo gruppo di circa 25 senza fissa dimora ospitati stabilmente dalle strutture di assistenza e residenza dell'Elemosineria Apostolica ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19. Altri gruppi si susseguiranno nei prossimi giorni".

La questione dell'iniqua distribuzione del vaccino contro il Covid-19 è stata più volte ripresa nei discorsi e nelle dichiarazioni di Papa Francesco che, rivolto ai capi di Stato e alle aziende farmaceutiche, ha chiesto l'accessibilità universale alla vaccinazione. 

"I criteri per la distribuzione dei vaccini stanno riproponendo schemi che si sperava superati. Particolarismi, valutazioni puramente economiche, pil nazionali stanno dettando la linea. Alla globalizzazione della malattia non sta corrispondendo una globalizzazione della cura", si legge in un articolo dell'Osservatore Romano, l'organo stampa del Vaticano, nel quale si presenta il piano di vaccinazione per i senza fissa dimora.

L'iniziativa del Vaticano arriva a pochi giorni dall'allarme lanciato da Tedros Adhanom Ghebreyesus, segretario generale dell'Organizzazione mondiale per la salute (Oms), che ha pubblicamente denunciato l'iniqua distribuzione a livello mondiale e l'inaccessibilità al vaccino per i poveri. Il capo dell'Oms ha reso noto che, mentre nei Paesi ricchi vengono vaccinate milioni di persone, nei Paesi più poveri sono state somministrate solo 25 dosi. 

Tags:
Coronavirus, vaccino, vaticano, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook