00:55 28 Febbraio 2021
Italia
URL abbreviato
122
Seguici su

L'ex tesoriere della Lega Francesco Belsito è stato assolto dalla corte d'appello di Genova per il caso riguardanta la sparizione di 49 milioni di euro e degli investimenti sospetti a Cipro e Tanzania.

Francesco Belsito è stato assolto nel processo d'appello che lo vedeva coinvolti insieme a tre imprenditori e nel quale la Lega Nord aveva chiesto un risarcimento da 500mila euro all'ex tesoriere.

I giudici della corte di Appello di Genova hanno sentenziato che non si è prodotto alcun danno di immagine per il Carroccio.

I legali del partito avevano invece chiesto un indennizzo in quanto ci sarebbe stata una perdita di consenso elettorale tra il 2011 e 2013, impugnando la sentenza con la quale nel giugno 2019 il tribunale aveva assolto Belsito e i tre imprenditori dall'accusa di associazione a delinquere per un giro di consulenze tecnologiche fasulle per grandi gruppi industriali in cambio di sgravi fiscali.

Il caso Belsito

Il caso Belsito nasce sulla scia delle indagini sui rimborsi elettorali per 49 milioni di euro non dovuti, per i quali la Cassazione ha confermato la confisca in quanto i soldi erano effettivamente spariti, e su degli investimenti a Cipro e in Tanzania.

Il processo aveva riguardato la Polare, la società guidata da Bonet e si era concentrato sugli anni dal 2008 al 2013.

    

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook