22:11 12 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
324522
Seguici su

Sono stati 259 i voti contrari e 27 gli astenuti. Domani le comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il voto al Senato, per verificare la tenuta della maggioranza di governo dopo la crisi nata dal ritiro della delegazione di Italia Viva di Matteo Renzi.

"Dalle vostre scelte dipende il futuro del Paese. Il mio progetto politico, a forte vocazione europeista, è molto chiaro e nitido, un progetto che mira a rendere il nostro Paese più moderno e a completare le tante riforme messe in cantiere", così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in sede di replica alla Camera dei deputati dopo le comunicazioni della mattinata, su cui è stata votata la fiducia.

Su 607 deputati presenti, Conte ha ottenuto la fiducia con 321 voti a favore, 259 contrari e 27 astenuti. Oltre ai voti di M5S, Pd e Leu, hanno votato a favore del risoluzione della maggioranza il Centro democratico del gruppo Misto, il Maie, le minoranze linguistiche e sette ex M5s passati al Misto.

Italia Viva si è astenuta

Nelle dichiarazioni di voto, Italia Viva ha confermato l’astensione.

Nel suo intervento, Ettore Rosato (Iv) ha ribadito: “La nostra non è stata una crisi sui posti ma una crisi sulle idee, non per costruire consenso ma per avere chiarezza, il nostro assillo è che il governo sia all'altezza della sfida che ha davanti".

“Se vuole, ha una maggioranza politica e numerica per andare avanti”, ha aggiunto.

“Noi abbiamo teso una mano per lavorare insieme, perché ci consideriamo dei costruttori, che vogliono porre le basi per una fase nuova. Sta a voi decidere se aprire un confronto sui contenuti o sui nostri caratteri. Sta a voi capire se da una crisi si esce in maniera più forte o più deboli”.  

Opposizione: senza maggioranza, dimissioni

Dai banchi del centrodestra l’appello a Conte è stato di dimettersi in assenza di una maggioranza solida.  

Meloni accusa “l’avvocato” Conte di mercimonio

“Avvocato Conte, questa mattina mi sono vergognata per lei e non solo per quell'aiutateci che tradiva la sua disperazione, ma per il mercimonio che ha inscenato in quest’aula nel tentativo di dare profondità alla sua supplica”, ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni,

Meloni si è detta “pronta a governare con il centrodestra, ma sarebbe difficile in un parlamento a maggioranza grillina”, rilanciando quindi sul ritorno alle urne perché “non mi accontento di vivacchiare”.

“Direte che non si può andare al voto per la pandemia. Ma non è vero e lo sapete anche voi. L’unico virus che vi impedisce di votare è il poltronismo. In tutto il mondo si continua a votare, da nessuna parte si sospende la democrazia”.

Forza Italia a Conte: se non ha i numeri si dimetta

“Se lei avrà i numeri vada avanti, non perda neanche un secondo. Se, come crediamo, i numeri non ci sono, abbia il coraggio di rassegnare le dimissioni e lasciare nelle mani di Mattarella il compito di condurre la crisi. Basta perdite di tempo, gli italiani non lo meritano", ha detto Maria Stella Gelmini di Forza Italia.

Lega: calciomercato dei parlamentari

"Gli italiani sono di fronte a uno spettacolo disarmante, immondo e indegno: stiamo assistendo a un calciomercato dei parlamentari”, ha detto Riccardo Molinari della Lega.

“Senza maggioranza assoluta vi dovete dimettere”, ha aggiunto.

Domani il confronto al Senato

Il confronto passa ora al Senato, dove appare più difficile per il governo ottenere la fiducia senza i 18 senatori di Italia Viva. Conte riferirà domani mattina alle 9,30 e il voto è previsto attorno alle 20.

Nel suo intervento alla Camera, questa mattina Conte ha definito la crisi “senza fondamento”, chiudendo a Italia Viva: “Non si può cancellare quel che è accaduto, il venire a mancare di quella fiducia reciproca che è condizione imprescindibile per andare avanti. Si volta pagina”.  

Il premier ha quindi chiesto l'appoggio dei "volenterosi", nell'ambito di formazioni politiche "che si collocano nella più alta tradizione europeista, liberale, popolare, socialista", per costruire "un governo aperto a tutti coloro che hanno a cuore il destino dell'Italia".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook