16:27 07 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
121836
Seguici su

Le 6000 sardine, le associazioni Anpi e Arci e i principali partiti di sinistra, si uniscono per una alleanza antifascista che guardi alla solidarietà e all'ascolto intergenerazionale per far ripartire l'Italia.

Su una cosa la sinistra e il Movimento 5 stelle appaiono essere davvero in sintonia e si chiama promozione dell’antifascismo.

6000 sardine, Articolo 1, Partito Democratico, Movimento 5 stelle, ma anche Anpi, Arci e Cisl, hanno firmato una lettera che vuole essere una “alleanza democratica e antifascista”.

“Una alleanza che dia nuova vitalità alla partecipazione democratica in un Parlamento del quale sia assicurata la centralità nei processi politici e decisionali”, scrivono partiti e associazioni nell’appello.

“Lanciamo un appello per una grande alleanza democratica e antifascista per la persona, il lavoro e la socialità, mettendo a valore ogni energia disponibile dell'associazionismo, del volontariato, del Terzo settore, del movimento sindacale, della cooperazione, delle giovani generazioni, del mondo della cultura, dell'informazione, delle arti e della scienza, della società civile, della buona economia, col sostegno delle istituzioni e dei partiti democratici.”

Gli obiettivi dell’alleanza

Tra gli obiettivi dell’alleanza una maggiore solidarietà nei confronti del “dramma presente” che può scaturire solo da “una nuova cultura politica dell’ascolto e dell’incontro”.

Un orientamento al futuro “affinché l’Italia del dopo Covid non sia la restaurazione dei vecchi e fallimentari modelli economici e valoriali, ma si avvii verso il cambiamento sulla strada tracciata dalla Costituzione”.

Stop alle disuguaglianze “insopportabili”, stop “all’avanzare incessante delle mafie e della corruzione”.

Ed ancora “centralità della scuola e della formazione, la piena e reale libertà di informazione oggi insidiata da vere e proprie intimidazioni”.

Alleanza intergenerazionale

Nel testo si chiede anche una alleanza intergenerazionale “che unisca giovani e anziani, donne e uomini, laici e religiosi, persone di diverse opinioni, ma unite sui principi dell’antifascismo”.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook