22:49 15 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Feste non autorizzate tra Milano e Monza scoperte dai carabinieri che sono intervenuti identificando tutti i presenti, che ora rischiano una multa da 400 euro a testa.

La festa, clandestina al tempo della pandemia, è stata organizzata a Milano in un locale in corso di Porta Ticinese.

I carabinieri hanno identificato 30 persone tra i 19 e i 41 anni che ballavano anche senza mascherine, violando tutte le norme previste per il contenimento del contagio da Sars-CoV-2.

Il proprietario del locale, un italiano di 40 anni, che per la festa aveva invitato anche un DJ, in presenza dei carabinieri ha sostenuto la tesi che lui era autorizzato a svolgere quella festa.

Alla festa partecipavano persone provenienti da varie nazioni, tra cui Francia, Bulgaria, Albania e Grecia, ma tutte con residenza a Milano.

Dopo l’identificazione, riporta Sky Tg24, sono stati tutti allontanati ad eccezione di un 22 enne che era sprovvisto di documenti. Il giovane ha reagito in modo brusco e per questo è stato accompagnato in questura per ulteriori accertamenti sulla sua posizione.

Festa anche a Monza

A Villa Raverio, una piccola frazione del comune di Besana Brianza in provincia di Monza, una ragazzina ha organizzato il suo 17 esimo compleanno facendo festa con un gruppo di giovani.

Ai genitori aveva raccontato che avrebbe organizzato una pizza insieme ad altre tre amiche e invece i carabinieri hanno scoperto un gruppo di ragazzi tra i 16 e 19 anni nell’abitazione a fare festa nell’appartamento.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook