10:56 22 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
5314
Seguici su

Secondo il ministro della Salute Roberto Speranza gli italiani si vaccineranno senza il bisogno d'imporre l'obbligo di vaccinazione. Ha inoltre dichiarato che la proroga dello stato di emergenza è "inevitabile".

Il ministro Speranza, durante l'informativa alla Camera sulle misure anti-Covid ha dichiarato che a causa del fatto che "l'epidemia è nuovamente in una fase espansiva" sarà "inevitabile prorogare lo stato di emergenza fino al 30 aprile", riporta TGCOM24.

Per quanto riguarda i vaccini Speranza si è detto convinto che "stragrande maggioranza degli italiani deciderà di vaccinarsi senza ricorrere all'obbligo".

Ha sottolineato che per il governo resta "fondamentale l'obiettivo dell'immunità di gregge" e che sta lavorando per perseguire questo obiettivo "con ogni energia".

Ha inoltre auspicato a evitare "una guerra ideologica" tra i sostenitori della scienza e "primitivi delle caverne".

Il Cts vorrebbe una proroga fino al 31 luglio

Il Comitato tecnico scientifico ribadisce la necessità di non allentare le misure restrittive ed esorta il governo a mantenere lo stato di emergenza fino al 31 luglio

Il Cts sconsiglia l'allentamento delle misure, invitando anzi il governo con il nuovo Dpcm ad estendere lo stato di emergenza per altri sei mesi. Questo perché, secondo gli scienziati, sono stati registrati altri 14.000 contagi in un giorno e un tasso di positività che non scende sotto il 10% da diversi giorni. Ma più di tutto il dato che salta all'occhio sono le 616 vittime in 24 ore, per un totale di 80.000 morti dall'inizio della pandemia, riporta La Stampa.

Questo venerdì scadrà l'attuale Dpcm, quindi già da domani in Parlamento il ministro della Salute Speranza descriverà l'impianto generale.

Correlati:

Covid-19, Speranza: "C'è una fase di recrudescenza del virus"
Covid-19, Speranza: "Tenere altissimo il livello di attenzione"
Nonostante tutto “Mister ok” si tuffa nel Tevere, segno di speranza - Foto e Video
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook