01:23 03 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
265
Seguici su

Nei prossimi due mesi è attesa la consegna di 764 mila dosi di vaccino Moderna, la prossima il 25 gennaio con 66 mila dosi, mentre il mese successivo arriveranno prima 163 mila e poi 448 mila dosi l'8 e il 22 febbraio.

Questa notte è arrivato in Italia il primo carico di vaccino Moderna. Il furgone partito dal Belgio con 47 mila dosi ha varcato il confine Brennero alle 2.00 di martedì mattina ed è stato preso in carico dai carabinieri di Laives che lo scorteranno fino a Roma. E' atteso per le 12.00 l'arrivo all'Istituto Superiore di Sanità.

Da lì le dosi verranno distribuite alle 4-5 regioni più virtuose, come stabilito dal commissario Domenico Arcuri. Per via dell'esigua fornitura le dosi verranno assegnate a quei territori che hanno mostrato la capità di smaltire in tempi rapidi le dosi ricevute. Questo criterio non verrà più adottato quando arriveranno più di 100 mila dosi. 

Le prossime consegne

La seconda consegna di 66 mila dosi è prevista per il 25 gennaio, mentre a febbraio arriveranno 163 mila dosi l'8 e una più consistente fornitura di 448 mila dosi il 22, per un totale di 746 mila dosi in due mesi. In totale l'Italia riceverà da Moderna 10.768 mila dosi di vaccino anti-Covid. 

Come sarà somministrato

Una fiala di Moderna può contenere sino a 10 dosi da 0,5 ml di vaccino anti-Covid. La seconda dose deve essere somministrata a distanza di 28 giorni dalla prima. 

Riguardo l'efficacia è ancora incerto il periodo di immunità garantito da Moderna, ma l'azienda si aspetta che la vaccinazione duri almeno un anno. Così ha detto Tal Zaks, direttore medico di Moderna, alla 39ma conferenza annuale di JP Morgan sulla sanità, secondo quanto riporta la Cnn.

A chi sarà somministrato

Secondo il piano nazionale dei vaccini le dosi del vaccino Moderna dovranno essere destinate agli over 80. Tuttavia le regole potrebbero cambiare e il vaccino potrebbe essere distribuito non solo per età cronologica ma anche anche secondo un criterio che premia le regioni più virtuose, secondo quanto riporta il Corriere della Sera. 

Le regioni poi potranno decidere se utilizzare il Moderna per immunizzare la popolazione ultra-ottantenne o continuare con il personale sanitario in caso di carenza nelle consegne del vaccino Pfizer/Biontech.

In base agli ultimi aggiornamenti del report dell'Aifa, dal 27 gennaio sono state vaccinate 718.797 persone, tra personale sanitario e non sanitario e ospiti e personale delle RSA. Al 12 gennaio l'Italia ha ricevuto un totale di 983.755 mila dosi di vaccino anti-Covid.

Tags:
Coronavirus, vaccino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook