11:23 24 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
394
Seguici su

E' previsto per oggi l'arrivo delle prime dosi di vaccino Moderna. Possibile cambio di regole con le regioni che potranno decidere se somministrare ad anziani over 80.

In arrivo nuove dosi di vaccino oltre 908.700 dosi di vaccino Pfizer/Biontech già consegnate dall'inizio della campagna vaccinale. E' previsto per oggi infatti, oltre all'arrivo di dosi aggiuntive, quello delle prime 47 mila dosi del vaccino Moderna, certificato lo scorso 6 gennaio dall'Ema per l'uso d'emergenza in Europa. 

Le successive 67 mila dosi arriveranno la prossima settimana e già da domani potrebbero iniziare ad essere somministrate

La polemica fra De Luca e Arcuri

L'inizio della campagna di vaccinazione non è stato scevro da polemiche, come quella scatenata dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che ha protestato con il super commissario Domenico Arcuri per la carenza di vaccini consegnati alla regione. 

"In tutte le aziende sanitarie si esauriscono le dosi consegnate nella nostra Regione. Le aziende si fermano per mancanza di vaccini. È questo l’esito di una distribuzione fatta in modo sperequato nei giorni scorsi”, ha scritto De Luca sui social questa domenica

Il commissario ha assicurato dell'arrivo delle nuove dosi già da questo lunedì. 

Le nuove regole

Secondo il piano nazionale dei vaccini le dosi del vaccino Moderna dovranno essere destinate agli over 80. Tuttavia le regole potrebbero cambiare e il vaccino potrebbe essere distribuito non solo per età cronologica ma anche anche secondo un criterio che premia le regioni più virtuose, secondo quanto riporta il Corriere della Sera. 

Le regioni poi potranno decidere se utilizzare il Moderna per immunizzare la popolazione ultra-ottantenne o continuare con il personale sanitario in caso di carenza nelle consegne del vaccino Pfizer/Biontech.

In base agli ultimi aggiornamenti del report dell'Aifa, dal 27 gennaio sono state vaccinate 643.219 persone, tra personale sanitario e non sanitario e ospiti e personale delle RSA. La Campania ha già esaurito le 67.020 dosi già ricevute, mentre Umbria, Toscana e Veneto sono sul punto di terminare le somministrazioni delle dosi ricevute, con oltre l'85% dei vaccini effettuati sul totale. 

Lombardia, Sicilia e Lazio, le regioni ad aver ricevuto la maggior quantità di dosi, hanno somministrato rispettivamente il 44,1%, il 78,4% e il 75,7%.

Tags:
Vincenzo De Luca, Coronavirus, vaccino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook