09:59 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
6316
Seguici su

Muore suicida il responsabile della campagna di vaccinazioni negli ospedali di Cosenza e Rogliano. Ieri in Calabria è montata la polemica sulla lentezza con scambio di accuse tra Commissario Longo e Federazioni dei medici calabri.

Si è suicidato gettandosi dalla propria abitazione dove viveva con la famiglia il dottore Lucio Marrocco, responsabile della prevenzione e protezione ambientale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza.

56 anni e spostato con un medico, a lui era stata affidata anche la responsabilità della campagna vaccinale contro la Covid-19 negli ospedali di Cosenza e di Rogliano, ed aveva organizzato anche il V-day del 27 dicembre scorso presso l’ospedale Annunziata.

Il medico si è occupato della sicurezza sanitaria dei medici, infermieri e operatori sanitari sin dall’inizio della pandemia. Sin dall’inizio, riporta il quotidiano locale LaC News 24, il dottor Marrocco si è occupato di fornire loro i dispositivi di protezione individuale per evitare il rischio di contagio.

Il medico era noto per il suo incessante impegno nella lotta alla pandemia, riporta Il Giornale di Sicilia.

Le polemiche sulla lentezza vaccinazioni in Calabria

Negli ultimi giorni era montata la polemica sulla lentezza della campagna vaccinale in Calabria, tanto che ieri era intervenuto anche il neo Commissario alla sanità calabra Longo sollecitato dalle domande dei giornalisti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook