00:15 17 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
184
Seguici su

Prosegue la vaccinazione in Italia degli operatori sanitari e degli anziani delle case di riposo. L'Italia si è collocata sesta a livello mondiale e seconda in Europa per dosi somministrate.

Con 322.943 vaccinazioni fatte alle ore 9.30 di giovedì 7 gennaio 2021, l’Italia risulta essere seconda in Europa con un tasso di vaccinazioni pari allo 0,51 ogni 100 persone, secondo l’aggiornamento del 6 gennaio, mentre la Germania si ferma a 0,44 (ma in questo caso i dati sono aggiornati al 5 gennaio).

Prima è la Danimarca in Europa con un tasso dell’ 1,09 secondo l’ultimo aggiornamento del 5 di gennaio.

Molto indietro risulta la Francia con 0,1 e la Spagna con 0,3, meglio il Portogallo con 0,31 e la Croazia con 0,34.

A livello mondiale è Israele a risultare prima con un tasso di vaccinazione giunto a 17.14, seguita dagli Emirati Arabi Uniti a 8.35 e dal Bahrein con un tasso di 3.75 ogni 100 persone.

Gli Stati Uniti seguono a 1.46 e quindi la Danimarca. L’Italia risulta quindi essere sesta a livello mondiale secondo i dati forniti dalla piattaforma Our World in Data.

Le Regioni italiane virtuose

Secondo i dati forniti dal rapporto vaccini anti Covid-19 messo appunto dal Ministero della Salute e aggiornato costantemente, sono state consegnate all’Italia un totale di 685.425 dosi al 5 gennaio.

Secondo il nuovo aggiornamento il Veneto è la regione più virtuosa ed efficiente con un tasso di vaccinazione in rapporto alle dosi ricevute pari all’84,4%.

Segue la Toscana con il 79,9% e quindi il Lazio con il 67,2%, con a ruota la Provincia autonoma di Trento al 62,3%.

La prima regione del sud Italia è la Puglia con il 60,5% delle dosi somministrate, segue la Campania con il 51,8%.

Le peggiori sono la Calabria con solo il 15,% delle dosi ricevute somministrate, e la Sardegna con il 18,5%.

Arriverà invece la prossima settimana in Italia il vaccino Moderna approvato dall'Ema e dalla Commissione UE il giorno dell'Epifania.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook