14:34 17 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
2104
Seguici su

Due negazionisti sono ora sotto inchiesta per interruzione di pubblico servizio, avrebbero ostacolato una ambulanza che si recava presso l'abitazione di un 60 enne con problemi respiratori.

Tempi duri per i negazionisti. Una coppia di questi è ora sotto inchiesta perché inseguì a Rivoli una ambulanza che a loro avviso circolava a vuoto. Ed invece quella ambulanza si stava recando a casa di un paziente di 60 anni con problemi respiratori a Collegno, alle porte di Torino. Lo riporta Fanpage.

L’evento è avvenuto lo scorso 6 novembre ed aveva fatto notizia, anche perché gli operatori resisi conto di essere inseguiti avvertirono le forze dell’ordine che identificarono i due.

I negazionisti si sono difesi affermando che volevano solo vedere dove si recava l’ambulanza, perché loro sui social network avevano visto foto di ospedali vuoti.

Il fenomeno delle ambulanze inseguite

In Italia si è diffuso il fenomeno delle ambulanze inseguite e minacciate da persone che affermano di vederle girare senza una meta e a vuoto.

Secondo tali persone le ambulanze girerebbero per i paesi al solo scopo di spaventare la gente per indurla a restare in casa.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook