22:55 15 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia ha promesso tempi certi sulle vaccinazioni, nonostante i dati poco confortanti finora pubblicati.

Ha fatto discutere nelle ultime ore la posizione della Lombardia come ultima Regione italiana nella classifica relativa al numero di vaccinazioni anti-Covid effettuate.

Sul tema è intervenuto direttamente l'assessore alla sanità lombarda, che in una intervista al quotidiano La Stampa ha definito tale piazzamento "agghiacciante", promettendo un repentino cambio di marcia:

"I conti facciamoli tra 15-20 giorni", ha dichiarato Gallera, annunciando 6000 vaccinazioni al giorno a partire da lunedì 4 gennaio.

Secondo il funzionario, una delle cause che ha portato ai ritardi e quindi ai cattivi risultati sulle vaccinazioni è legata a doppio filo a dei disguidi sulle date di consegna delle fiale:

"Avevano detto che i vaccini sarebbero arrivati a metà gennaio, poi il 4 gennaio. E noi ci siamo organizzati per quella data. Solo nelle strutture sanitarie pubbliche ci sono 120mila dipendenti. Non ci si può improvvisare, abbiamo preparato un`agenda. Il 31 era l`ultimo giorno dell`anno, poi ci sarebbero stati tre giorni di festa", ha chiarito.

Gallera, a tal proposito, ha inoltre escluso la possibilità di poter richiamare i medici dalle ferie natalizie in anticipo, sostenendo che molti, tra i camici bianchi, avessero già decine di giorni di riposo da recuperare:

"Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare in servizio per un vaccino nei giorni di festa. Ma assicuro tutti che faremo in tempo, nei tempi previsti. La vaccinazione è una priorità. E il 17 gennaio iniziamo con i richiami per chi ha avuto una prima somministrazione", ha concluso.

In Italia oltre 70mila vaccinati

Stando agli ultimi numeri diffusi dalla struttura del Commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, sono circa 79.000 i vaccinati contro il Covid-19 in Italia, pari a poco meno del 10% delle dosi finora disponibili,.

Tale dato pone l'Italia al secondo posto tra i Paesi con più vaccinazioni effettuate a livello europeo

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook