11:45 24 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
0 05
Seguici su

All'origine del focolaio natalizio una festa privata in un locale ennese con 150 partecipanti. Sono già 58 i positivi, mentre 25 attendono l'esito del tampone. E adesso il comune rischia di diventare zona rossa.

"Un quadro a dir poco terrificante, diffusione capillare del virus tra le famiglie capitine". Con queste parole il sindaco di Capizzi, Leonardo Principato Rosso, definisce la situazione sanitaria della comunità. Nella piccola comunità dei Nebrodi di 3.000 anime in provincia di Messina, si è sviluppato un esteso cluster di Covid-19 e adesso il primo cittadino ha chiesto alla regione Sicilia di valutare l'istituzione di una zona rossa.

Secondo le ricostruzioni epidemiologiche, l'origine del contagio è stata individuata in una festa privata in un locale della vicina Nicosia (En) poco prima del Natale. Al party, organizzato in palese violazione delle regole anti-covid, hanno partecipato circa 150 persone, per lo più capitini. Il virus si è rapidamente trasmesso e adesso sono già 58 i casi conclamati mentre in 25 attendono l'esito del tampone.

Intanto il primo cittadino, con un video diffuso sui social il primo gennaio, annuncia la prima vittima del focolaio natalizio, un uomo di 68 anni morto di Covid-19, un cittadino "rispettoso delle regole" di distanziamento, sottolinea il sindaco, che adesso punta il dito contro i comportamenti irresponsabili di chi manifesta i sintomi ma non si sottopone né a screening né a misure di quarantena. 

Verso la zona rossa

"Bisogna uscire dal guscio della reticenza e dichiarare il proprio stato di salute", afferma Principato Rosso, convinto che numerosi cittadini "pur avendo chiari sintomi dell'infezione da Covid non comunicano niente alle autorità sanitarie e non si sottopongono ai test diagnostici" probabilmente per anteporre "l'interesse personale, che potrebbe essere quello di una attività economica o della limitazione della nostra libertà" alla salute pubblica. 

Il sindaco fa sapere di aver chiesto l'intervento dell'Asp per attivare un'intensa campagna di screening sulla popolazione, e di essersi rivolto al prefetto e al questore per una intensificazione dei controlli sul territorio mirata al rispetto delle norme di legge e dell'ordinanza comunale in materia di Covid-19. Il primo cittadino ha altresì informato il presidente della regione Sicilia, Nello Musumeci, e l'assessorato della Salute della grave situazione sanitaria per valutare l'istituzione di una zona rossa nel territorio comunale.

La situazione in Sicilia

L'epidemia di Sars-Cov2 in Sicilia ha provocato 2.440 decessi e 94.766 casi totali, registrati per lo più nella seconda ondata di contagi. Nelle ultime 24 ore sono 1.112 i nuovi positivi e 28 le persone morte per complicazioni da Covid-19. La campagna di vaccinazione, intanto procede con 2.471 vaccini somministrati su un totale di oltre 46.500 dosi ricevute, la seconda regione dopo la Lombardia. 

 

Tags:
Coronavirus, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook