15:20 25 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
375547
Seguici su

Pierpaolo Sileri parla dell'obbligatorietà del vaccino contro il Coronavirus nella veste di viceministro alla Salute e avverte che se la popolazione non si lascerà vaccinare si andrà verso l'obbligo.

Mentre l’arrivo del vaccino in Italia è ostacolato dal maltempo che imperversa sulle regioni del nord Italia con abbondanti nevicate, da Roma il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ragiona sull’adesione alla campagna vaccinale da parte degli italiani e del personale sanitario.

Sileri reputa “un fallimento” se i medici non dovessero aderire alla campagna vaccinale:

“Avere dei no vax tra i medici equivale a un fallimento”.

Inoltre Sileri avverte che se non si dovesse raggiungere una quota dei 2/3 della popolazione sopra i 16 anni vaccinata contro il Coronavirus, “allora si dovrebbero prendere delle contromisure”, ha affermato intervistato dal quotidiano La Stampa.

E tra le contromisure “c’è l’obbligatorietà”, anche se Sileri non lo considera “un problema attuale” e si dice “fiducioso” che vi sarà una alta adesione.

Ieri anche il professore Massimo Galli direttore dell’ospedale Sacco di Milano aveva affermato che se un medico non si vaccina “ha sbagliato professione”.

Estendere la vaccinazione ai farmacisti

Quando ci sarà un numero maggiore di dosi vaccinali, Sileri ha affermato che bisognerà estendere la copertura anche ai farmacisti e che questi potrebbero poi essere coinvolti anche nelle vaccinazioni.

Terza ondata

Per quanto riguarda una terza ondata, Sileri si dice pessimista e crede che vi potrebbe essere. Ma bisognerà attendere i prossimi giorni per avere dati più certi su una eventuale recrudescenza del virus.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook