02:19 17 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
125
Seguici su

Nel complesso, tra Natale e Santo Stefano oltre 200.000 persone e quasi 50.000 attività commerciali sono state controllate dalle forze dell'ordine.

Nel complesso sono state 64.119 le persone controllate nel giorno di Santo Stefano per le verifiche sul rispetto dei divieti introdotti con il Dpcm natalizio.

Lo riferisce il Ministero dell'Interno, precisando che contestualmente sono state effettuate verifica su 11.594 tra attività ed esercizi commerciali, che a loro volta hanno portato alla chiusura di 5 negozi e a sanzioni per 30 titolari.

​Il giorno di Natale, sempre stando ai dati del Viminale, erano invece state 137.341 le persone e 22.565 le attività sottoposte a controlli da parte delle forze dell'ordine.

Il Dpcm natalizio

Oggi è l’ultimo giorno della prima fase di lockdown prevista dal Dpcm approvato dal Governo per le festività natalizie. Domani, per una prima fase intermedia che durerà dal 28 al 30 dicembre l'Italia passerà dalla zona rossa a quella arancione.

In questi tre giorni saranno consentite diverse attività prima di tornare in zona rossa dal 31 dicembre al 3 gennaio e nuovamente il 5 e 6 gennaio, con la brevissima sosta di lunedì 4 gennaio. 

Innanzitutto, dal 28 al 30 dicembre sarà consentito muoversi autonomamente all'interno del proprio Comune, senza il bisogno di portare con sé l'autocertificazione, che servirà solo a chi dovrà spostarsi al di fuori del territorio comunale sempre per ragioni lavorative, di salute o urgenza.

Esiste una deroga per chi abita nei comuni con meno di 5.000 abitanti che possono muoversi in un raggio di 30 chilometri senza recarsi nei capoluoghi.

Nella fase arancione è consentito fare visita a parenti e amici, con una sola uscita al giorno. Possono spostarsi due adulti (o due componenti dello stesso nucleo familiare) e i figli minori di 14 anni.

Resteranno chiusi al pubblico bar e ristoranti, che riapriranno soltanto il 7 gennaio mentre i negozi potranno riaprire nel rispetto delle regole anti-contagio con orario autorizzato fino alle 21.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook