15:36 25 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Con l'avvicinarsi del V-Day del 27 dicembre, il sindaco di Milano ha commentato la campagna vaccinale affermando che si vaccinerà appena possibile.

"Credo che chi oggi abbia responsabilità politica deve sentirsi la responsabilità di dire, senza se e senza ma, che si vaccinerà, mi pare veramente il minimo, io lo faccio con convinzione" ha dichiarato il sindaco di Milano Beppe Sala oggi, giorno in cui il primo cittadino ha scelto di aiutare in mattinata i volontari di Pane Quotidiano a Milano a consegnare gli aiuti alimentari a chi ha bisogno.

Il primo cittadino ha inoltre fatto sapere che, vista la sua età, si vaccinerà appena possibile. Quest'ultimo ha tuttavia aggiunto che, per permettere una vaccinazione di massa, ci vorranno molti mesi.

"Io mi vaccinerò appena possibile, con piacere, essendo over 60, magari mi capiterà anche prima di altri: il punto è che realisticamente credo che la vaccinazione per tutti prenderà molti mesi. Lo sta dicendo il commissario Arcuri quindi non dobbiamo illuderci che in primavera sarà tutto a posto" ha affermato Sala.

Campagna vaccinale a Milano: "Ciò che possiamo fare è mettere a disposizione luoghi e strutture"

"Abbiamo parlato ieri con il responsabile del sistema vaccinazioni della Lombardia: certamente c'è ancora da fare, quello che il Comune può fare è mettere a disposizione luoghi e strutture. La vaccinazione parte simbolicamente adesso però si protrarrà per lunghi mesi, fino a dopo le vacanze estive. Il tema è rassicurare i cittadini sul fatto che andranno a vaccinarsi in luoghi sicuri, certi, e che noi faremo la nostra parte, lavorerò per questo anche in questi giorni" ha spiegato il sindaco di Milano a RaiNews24.

Tra i primi a vaccinarsi per il V-Day del 27 dicembre in Lombardia una nutrita delegazione di scienziati, virologi, epidemiologi, anestesisti e rappresentanti degli ordini professionali dei medici, degli infermieri e degli operatori sanitari.

Nella giornata di oggi le prime 9.750 dosi di vaccino contro il Covid-19 sono giunte in Italia, con i furgoni da trasporto che hanno passato il Brennero.

La Lombardia, regione più colpita dal Covid, dall'inizio della pandemia ha registrato un totale di 467.255 casi, con 384.670 guarigioni e 24.677 decessi. L'incremento giornaliero è stato di 2.656 contagi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook