01:23 03 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
111
Seguici su

Svolta sul giallo della coppia albanese ritrovata in quattro valigie a Firenze, fermata con l'accusa di omicidio l'ex fidanzata del figlio, ma restano ancora molti punti oscuri da chiarire.

Ci sarebbe una macabra svolta nella vicenda della coppia ritrovata nelle quattro valigie, i carabinieri di Firenze hanno fermato l’ex fidanzata del figlio della coppia, una donna di 36 anni di origini albanesi e pregiudicata.

La donna è stata accusata dalla procura di Firenze di omicidio, occultamento di cadavere e vilipendio.

Il figlio della coppia, Taulant Pasho è attualmente rinchiuso in un carcere svizzero.

Shpetim e Tauta Pasho, rispettivamente di 54 e 52 anni, scomparvero nel novembre 2015 apparentemente senza lasciare alcuna traccia. All’epoca dei fatti la donna arrestata oggi era la compagna di Taulant Pasho, figlio dei due scomparsi. In tutti questi anni le indagini sono rimaste ferme su di un binario morto, ma il ritrovamento delle valigie con i resti della coppia hanno portato a questo esito.

La vicenda resta ancora non del tutto chiarita, ed infatti gli inquirenti hanno posto al setaccio tutte le frequentazioni della coppia per chiarire la vicenda.

Da chiarire, infatti, la scomparsa di 40 mila euro appartenenti a Shpetim Pasho che l’uomo portava con sé in contanti.

Anche le figlie della coppia Dorina e Vittoria sono state ascoltate a lungo dai magistrati come persone informate sui fatti.

Tags:
Omicidio, Omicidi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook