15:02 17 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
Di
0 05
Seguici su

Il ministro degli Esteri ha annunciato lo stop ai voli dal Regno Unito dopo la diffusione di una nuova variante del virus nel Paese. Ma da una decina di giorni non c'erano controlli negli aeroporti per chi arrivava dai Paesi dove il nuovo ceppo sta circolando.

A pochi giorni dall’annuncio dell’avvio della campagna di vaccinazione anti-Covid in Europa, la scoperta di una nuova variante del virus in Gran Bretagna ha gettato di nuovo nel panico il Vecchio Continente. Via social il ministro della Salute, Roberto Speranza, invoca prudenza. “La variante del Covid, da poco scoperta a Londra, - scrive - è preoccupante e dovrà essere approfondita dai nostri scienziati”. Non è ancora chiaro, infatti, se il vaccino sviluppato dalle più importanti case farmaceutiche del globo sia efficace anche contro questo nuovo ceppo del virus.

Per precauzione molti Stati europei, compresa l’Italia, in queste ore stanno tagliando i collegamenti con la Gran Bretagna o si apprestano a prendere decisioni del genere.

"Il rischio che la variante di Covid della Gran Bretagna arrivi c'è”, avverte però il ministro Speranza intervenendo alla trasmissione Rai, Mezz’ora in più, mentre il capo della Farnesina, Luigi Di Maio, annunciava lo stop ai voli con le principali città del Regno Unito.

Ma la decisione assunta nelle scorse ore potrebbe non essere efficace per chiudere le porte al nuovo ceppo del virus. Innanzitutto perché, come si legge in un approfondimento firmato da Federico Giuliani su Inside Over, dallo scorso dieci dicembre negli aeroporti italiani non vengono effettuati controlli anti-Covid per i voli provenienti dalla Gran Bretagna e dall’Olanda, il secondo Paese dove la nuova variante del virus è stata trovata. Ai passeggeri, infatti, bastava fare il tampone qualche giorno prima oppure osservare un periodo di quarantena fiduciaria.

E poi c’è il rischio che, come accadde per la Cina, i passeggeri provenienti dal regno Unito, possano trovare il modo di arrivare in Italia facendo scalo in un Paese terzo, oppure spostandosi con mezzi alternativi, come treni o pullman.

Nel frattempo Andrea Crisanti, il virologo dell’Università di Padova, intervistato dall’Adnkronos, invita alla calma: “Quanto sta accadendo è normale". "Non è che non bisogna allarmarsi ma bisogna cercare di capire cosa sta accadendo, quanto questa variante si diffonde rispetto all’altra, se è più virulenta e se pone effettivamente problemi al vaccino”, spiega. “Tutti quesiti – commenta - ai quali non abbiamo risposta".

“Bisogna verificare – si legge nella stessa intervista - se questa variante si trova già in Italia e quindi dare risorse ai laboratori per fare i sequenziamenti”. “Più si diffonde più causa malattie e morti, è evidente”, ha concluso l’esperto.

Nel frattempo, secondo l’Oms, che è in contatto con il governo di Londra, il nuovo ceppo del virus è stato rintracciato anche in Danimarca ed Australia. Nelle prossime ore anche la Francia potrebbe seguire i Paesi che hanno tagliato i collegamenti con il Regno Unito. Anche il premier del Belgio, Alexander De Croo ha annunciato nelle scorse ore il blocco dei voli e dei treni Eurostar per un periodo minimo di 24 ore a partire dalla mezzanotte.

Il governo britannico ha introdotto nuove restrizioni a Londra e nel Sud-Est del Paese, dove la nuova variante di Covid si è diffusa maggiormente nelle ultime ore, per prevenire la diffusione del nuovo ceppo del virus nel Paese.

Correlati:

Italia sospende voli con Regno Unito per la variante mutata di coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook