09:56 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Stamattina i carabinieri di Macerata hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare in carcere nei confronti di 24 persone di nazionalità pakistana e afghana ritenuti responsabili dei reati di detenzione e spaccio di droga, un giro d'affari da 500mila euro.

L'indagine denominata "Daraga", coordinata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, si è conclusa stamattina con un'operazione dei carabinieri di Macerata, coadiuvati da quelli dei Comandi provinciali di Fermo, Teramo, Roma e Latina, con il supporto di un velivolo del Nucleo Elicotteri di Pescara, del personale dei Nuclei Cinofili di Pesaro e Chieti.

Le autorità hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Macerata nei confronti di 24 individui, cittadini pakistani e afghani alcuni dei quali irregolari, specializzati in taglio e spaccio di eroina. La filiera criminale, che operava in tutto il territorio provinciale, aveva come basi logistiche il noto palazzo multietnico denominato "Hotel House" di Porto Recanati, un casale nel comune di Montecassiano e un’abitazione di Potenza Picena.

Le origini dell'indagine nel 2019

L'indagine ha avuto inizio nel settembre del 2019, a Potenza Picena, quando i carabinieri del Nucleo Investigativo di Macerata hanno iniziato ad investigare su uno dei protagonisti della vicenda che faceva giungere da fuori regione la sostanza stupefacente che, una volta tagliata e confezionata, veniva immessa sul circuito e sul mercato all’ingrosso e al dettaglio.

Durante gli accertamenti sono stati individuati diversi canali di approvvigionamento della droga proveniente dall’Afghanistan e dal Pakistan, che giungeva in Italia tramite la Grecia. Per raggirare i controlli, l’eroina pura arrivava impacchettata all’interno di confezioni di prodotti dolciari, barrette di cioccolato, confezioni di caramelle, termosaldate, identiche per fattezze, peso e dimensioni alle originali, o trasportata dai "corrieri".

In un anno arrestate 40 persone coinvolte nel traffico di eroina

Oltre alle 24 persone di cui tratta la misura cautelare odierna, durante l'anno in cui sono durate le indagini sono state arrestate altre 16 persone in flagranza di reato e denunciate in stato di libertà altre 14. Sono stati, inoltre, sequestrati 6 chili e 100 grammi di eroina pura che, se avesse raggiunto i mercati di consumo, tagliata avrebbe determinato guadagni pari a circa 2 milioni di euro.

Grazie alle testimonianze dei consumatori, si è ricostruito il giro d’affari creato dagli arrestati che, solo nel corso dell’anno 2019, avrebbe fruttato oltre 500mila euro.

Nei giorni scorsi a Varese erano stati arrestati 3 spacciatori che nel giro di tre mesi avevano venduto 52 chili di droga.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook