22:45 16 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
440
Seguici su

La 31esima valutazione del Sole 24 Ore sul benessere e la qualità della vita nei territori nel contesto della pandemia di Covid-19 ha premiato il capoluogo felsineo.

La classifica annuale de Il Sole 24 Ore si basa sulla valutazione di 90 indicatori, 25 dei quali quest'anno dedicati all'impatto socio-economico della pandemia di coronavirus sullo sfondo di contagi, morti, crisi economiche, lockdown e quarantene.

Nella classifica il primato è andato a Bologna, che ha registrato in base agli indicatori il più alto punteggio per qualità della vita. Rispetto all'indagine dello scorso anno il capoluogo felsineo scala 13 posizioni, trascinandosi dietro le altre città dell'Emilia-Romagna, con Parma (8°), Forlì-Cesena (14°), Modena (15°) e Reggio Emilia (17°) nella top-20.

Il successo di quest'anno di Bologna è dovuto ai buoni indicatori su reddito, consumi, opportunità di lavoro e offerta culturale, così come per gli investimenti in formazione, innovazione e sanità. 

Nella classifica non si può non notare il crollo delle città lombarde, motivato dall'impatto del coronavirus, che proprio in Lombardia ha fatto più vittime e contagi e dalle misure draconiane, che hanno ridotto più che in altri parti i redditi. 

Milano, che un anno fa deteneva il primato, è scivolata di 11 posizioni, peggio hanno fatto Brescia piazzatasi al 39° posto con un calo di 21 posizioni, Bergamo è retrocessa di 24 posti finendo 52esima, mentre il tonfo di Monza è di 55 posizioni, portando così il capoluogo brianzolo al 61° posto.

La maglia nera della classifica va a Crotone.

Ma in generale tutte le città del Sud non mostrano buoni risultati, dal momento che la pandemia di Covid ha accentuato i problemi cronici, come carenze strutturali dei servizi pubblici, una burocrazia lenta e inadatta e un tessuto economico estremamente fragile.

Ricordiamo che in Italia, secondo gli ultimi dati di domenica del ministero della Salute, ha registrato 1.843.712 casi di Covid dall'inizio dell'epidemia, di cui 64.520 si sono conclusi col decesso del paziente.

Tags:
Società, Emilia-Romagna, Italia, Bologna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook