13:29 17 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
306
Seguici su

Il commissario straordinario ha dichiarato che la campagna di vaccinazione può iniziare appena dopo l'autorizzazione di Ema. Italia in ritardo rispetto a Francia e Germania.

In conferenza stampa settimanale, il commissario straordinario Domenico Arcuri ha dato, questo giovedì, la disponibilità a partire in qualsiasi momento con la campagna di vaccinazione, non appena arriverà l'ok dall'ente di certificazione europeo. Arcuri ha inoltre auspicato che l'Italia possa partire assieme all'Europa, con un reclutamento di 16 mila operatori, tra cui 3 mila medici e 12 mila infermieri. Oggi la pubblicazione degli avvisi. 

Inizio della campagna di vaccinazione

"Noi siamo pronti per qualsiasi giorno dopo il 29 dicembre, e siamo contenti se sarà più prima che dopo", ha detto Arcuri.

L'Ema ha comunicato che la certificazione si concluderà il 29 dicembre per il vaccino Pfizer ed entro il 12 gennaio per Moderna. Se questi path verranno mantenuti, secondo Arcuri la campagna di vaccinazione di massa  potrà avere inizio a fine gennaio.

Tuttavia l'Italia risente di un certo ritardo rispetto a Francia e Germania.

"Noi facciamo il tifo perché la vaccinazione possa partire lo stesso giorno in tutta Europa - ha auspicato il commissario straordinario -  e confidiamo che questo accadrà e verrà reso ufficiale nei prossimi giorni".

Le assunzioni

Arcuri ha fatto un appello a medici e infermieri per arruolarsi nella campagna di vaccinazioni. 

"Faremo una call aperta per personale che dovrà aiutarci nella somministrazione dei vaccini - ha detto - Ci aspettiamo al picco della campagna di vaccinazione di poter utilizzare fino a tremila medici e fino a dodicimila infermieri. 

Oggi verranno pubblicati due avvisi per il reclutamento del personale sanitario nella campagna di massa. 

"Faccio un appello, dateci una mano. Servirà a questo Paese", ha detto. 

Il nodo delle siringhe

Le forniture di siringhe per inoculare il vaccino potrebbero arrivare già dal mese di dicembre. Il commissario ha fatto sapere che sono molte le aziende che hanno presentato offerte e che saranno consegnate tutte nell'hub di Pratica di Mare. 

Per la campagna di vaccinazione di massa sono state richieste 158 milioni di siringe per la sommunistrazione e diluzione.

"Abbiamo chiesto 158 milioni di siringhe per la somministrazione e la diluizione. Abbiamo ricevuto 65 offerte da 22 imprese, e ce ne sono state proposte 1,524 miliardi circa, 10 volte di piu - ha concluso - Circa il lotto 1, per il vaccino Pfizer, che sono siringhe più performanti, più precise e coerenti con il necessario dosaggio, abbiamo ricevuto 18 offerte, alcune italiane alcune europee, Usa e da altri Paesi del mondo, per un totale di 828 milioni, ce ne servono 150 milioni. Quindi abbiamo offerte pari a circa 6 volte quello che ci serve. Per i lotti 2 e 3, le siringhe per diluire, 47 offerte per 696 milioni, ce ne servono 8 milioni. Un terzo dei prodotti offerti sono già registrati nel database del ministero della Salute italiano, possono essere già utilizzati".

La campagna di vaccinazione di massa

In base a quanto annunciato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 inizierà a fine gennaio 2021, dopo l'ok dell'Ema ai vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, e proseguirà con l'intento di raggiungere l'immunità di gregge entro l'anno. Avranno una priorità di vaccinazione gli anziani e il personale sanitario, più esposti a complicazioni e contagio.

Tags:
Coronavirus, vaccino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook