07:12 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
4921
Seguici su

Dieci ragazzi di Lucca e Firenze avevano programmato una gita in montagna per l'Immacolata ma sono stati fermati dalla polizia in flagrante violazione delle norme anticontagio.

Una gita in montagna è costata cara a dieci ragazzi che, dopo le intense nevicate dei giorni scorsi, avevano pianificato di raggiungere le piste da scii dell'Abetone. La Toscana, però, è in fascia arancione e vige ancora il divieto di spostamento fra i comuni.

I giovani sono stati fermati dalle forze dell'ordine e per loro è scattata una multa di €4.000 in totale. 

In vista dell'Immacolata i carabinieri della compagnia di San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia, hanno intensificato i controlli stradali con l'aiuto di pattuglie aggiuntive, per sorvegliare sul rispetto delle norme anticovid del Dpcm.

In località Abetone, sulla statale 12, si sono imbattuti in sei ragazzi giovanissimi, poco più che ventenni, muniti di scii e snowboard.

I giovani sono stati identificati ma non hanno saputo dare altra giustificazione al loro spostamento, se non quella che non c'era mai stata una nevicata così bella e non potevano perdere questa occasione.

Colti in flagrante violazione delle norme, i carabinieri hanno comminato per i sei di Lucca una multa da €400 ciascuno. 

Poco dopo sono stati fermati altri 4 giovani provenienti da Firenze, che hanno tentato di spiegare il loro spostamento adducendo come ragione l'acquisto di indumenti da montagna. La giustificazione però non ha retto: i giovani erano già vestiti di tutto punto con tute, scarponi scii e snowboard, pronti per andare in pista. Multa anche per loro, in totale €4.000. 

I carabinieri hanno fatto sapere che i controlli dureranno nei prossimi giorni, soprattutto in vista del periodo natalizio, durante il quale entreranno in vigore maggiori restrizioni, incluso lo stop agli impianti da scii.

Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook