08:57 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
Di
411
Seguici su

Quest'anno Papa Francesco ha deciso di regalare cinque confezioni di paracetamolo ai dipendenti vaticani al posto del consueto panettone. L'idea sarebbe dell'elemosiniere di Sua Santità, il cardinale Konrad Krajewksi.

Dal panettone agli antipiretici. Quest’anno il Natale all’interno delle Mura Leonine è all’insegna della praticità. A raccontare come la pandemia ha cambiato le consuetudini anche in Vaticano è la giornalista del Messaggero, esperta di questioni di Oltretevere, Franca Giansoldati.

Il quotidiano di via del Tritone pubblica la fotografia di alcuni scatoloni contenenti decine di confezioni di un medicinale a base di paracetamolo. Attaccato al pacco c’è un foglio A4 che recita così: “Dono del Santo Padre per i dipendenti vaticani”. Tra parentesi, la puntualizzazione: “Massimo cinque confezioni a dipendente”.

Insomma, le feste che si avvicinano saranno all’insegna del rigore. E così anche Oltretevere si punta allo stretto necessario. Nel caso specifico, un’arma per contrastare i primi freddi e anche lo stesso Covid, secondo le linee guida dei medici per le cure a domicilio nel caso in cui la malattia si manifesti con sintomi molto lievi.

Bando, quindi, a dolciumi e alcolici, visto che i brindisi saranno a numero chiuso. L’idea, secondo la vaticanista del Messaggero, sarebbe dell’elemosiniere di Papa Francesco, il cardinale Konrad Krajewski. Uno piuttosto pratico, che non ha problemi a rimboccarsi le maniche per risolvere personalmente i problemi, come raccontano le pagine di cronaca dei quotidiani.

È lui che si calò in un tombino per riallacciare l’elettricità a 300 occupanti abusivi, che aiutò con un contributo economico alcune transessuali rimaste senza lavoro per colpa della pandemia, e che è diventato negli ultimi anni un vero e proprio punto di riferimento per i poveri e i senzatetto di Roma.

La preoccupazione del Papa per la salute dei circa 4mila dipendenti di Oltretevere è stata apprezzata dagli impiegati, che hanno accolto il dono con un sorriso. Anche perché il regalo più importante, in tempi di crisi nera anche per le finanze vaticane, è quello di poter conservare il proprio posto di lavoro.

Correlati:

Natale blindato e di "sacrifici": 70mila poliziotti in strada per controlli
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook