10:27 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
101
Seguici su

Un forte boato nel cuore della scorsa notte ha svegliato i cittadini di Casoria che affacciano sulla via dello shopping. Un chiaro avvertimento della camorra ai negozi che oggi riaprono? Indagano i carabinieri.

A Casoria le attività commerciali questa mattina 7 dicembre hanno riaperto con l’avvertimento della Camorra. La scorsa notte una bomba collocata presso la galleria Marconi della cittadina alle porte di Napoli ha distrutto saracinesche, vetrate e auto in sosta.

Un ordigno potente che avrebbe potuto quantomeno ferire. Sul posto sono accorsi i Vigili del fuoco e i Carabinieri di Casoria, che ora indagano per provare a risalire alla mano di chi ha collocato la bomba la notte prima della riapertura dei negozi dopo un lungo stop imposto dalla pandemia.

Potrebbe avere il sapore di un classico "avvertimento" quanto accaduto a Casoria la scorsa notte, che ha svegliato gli abitanti della via dello shopping del grande paesone alle porte del metropoli partenopea.

Le indagini

Dopo i sopralluoghi dei Vigili del fuoco, che hanno considerato staticamente stabile l’edificio oggetto dell’attentato dinamitardo, gli inquilini hanno potuto fare ritorno alle loro abitazioni.

Intanto sul fatto indagano i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna (Napoli).

La testimonianza

“Stanotte bomba esplosa a Casoria (#Napoli). Oggi riaprono i negozi in #Campania ma la Camorra fa sapere che non ha mai smesso di lavorare. Ditelo a chi rifiuta la #patrimoniale, che ci sono poveri che pagano strozzini tutti i mesi per sopravvivere.”

Questa la testimonianza che arriva a quanto pare direttamente dal luogo dell’esplosione e postata su Twitter.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook