13:32 24 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
16029
Seguici su

Il Commissario Domenico Arcuri rassicura che entro settembre 2021 sarà possibile vaccinare tutti gli italiani. Anche i migranti saranno vaccinati, perché è un loro diritto.

Se vi sarà un rispetto dei tempi, ovvero che entro fine gennaio Ema e Aifa approvano i primi vaccini, allora “entro settembre potremo vaccinare fino a 60 milioni di italiani”.

Se tutto il resto dei vaccini sperimentali verranno approvati entro marzo 2022, poi, “avremo 202 milioni di dosi di vaccino” entro i prossimi 15 mesi. Le dosi aggiuntive verranno conservate come riserva di scorta. Lo ha detto il Commissario Domenico Arcuri ospite di Lucia Annunziata a ‘Mezz’ora in più’ su Rai 3.

Arcuri ha anche sottolineato che “i vaccini approvati da Ema e da Aifa saranno efficaci ed efficienti per definizione”.

Vaccineremo anche i migranti

Arcuri ha fatto notare che “i migranti hanno diritti uguali a quelli dei cittadini italiani. Sarebbe molto importante che tutte le persone che attraversano le nostre strade, e che non lo facciano clandestinamente, possano essere sottoposte alla vaccinazione”, questo è il parere espresso dal Commissario alla gestione dell’emergenza sanitaria.

Chi ha avuto la Covid-19 va vaccinato?

Sul tema della vaccinazione a chi ha già contratto il virus Sars-CoV-2, Arcuri fa notare che “sarà più urgente vaccinare chi non ha avuto la Covid perché non ne è immune. Per chi lo ha avuto, il periodo di immunità si concluderà e quindi sarà ragionevole che siano vaccinati anche loro. Ma non saranno i primi e neppure i secondi”.

Tags:
Coronavirus, vaccino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook