21:41 15 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
539
Seguici su

Nel dopoguerra i governi italiani hanno fatto ricorso alla patrimoniale, una tassa che colpisce beni immobili e conti correnti, nei momenti di particolare sofferenza economica, come nel 1992 dal governo Amato per fronteggiare la svalutazione della lira. E' la scorciatoia dello Stato per reperire risorse finanziare nel più breve tempo possibile.

La discussione per introdurre la patrimoniale è stata aperta grazie ad un emendamento alla manovra fiscale del 2021, presentato da Fratoianni (Leu) e Orfini (Pd), per applicare un aliquota fiscale sulle ricchezze "superiori a 500mila euro", anche se l'idea non gode dell'unanimità nella maggioranza e trova la dura opposizione del centrodestra. Dopo un primo stop della commissione Bilancio della Camera, l'emendamento, sottoscritto da altri deputati, è stato riammesso all'esame dopo il ricorso dei firmatari.

La "patrimoniale" è una soluzione fiscale evocata nei periodi di crisi quando le casse dello Stato tendono a svuotarsi, una sorta di mossa disperata per fronteggiare un'emergenza.

La patrimoniale, come del resto suggerisce il nome, è una tassa che va a colpire il patrimonio, sia mobile (conti correnti, investimenti finanziari, ecc) che immobile (case, capannoni, ecc) sia di persone fisiche che imprese e società giuridiche. La patrimoniale può essere essere fissa, con un prelievo uguale per tutti a partire da una certa soglia di valore, o variabile con aliquote progressive in funzione del patrimonio.

Proprio per la natura straordinaria di questo strumento, non è una tassa caratterizzata dalla periodicità e viene imposta una tantum.

Nella patrimoniale proposta da Fratoianni e Orfini, si chiede l’abolizione dell'Imu e dell'imposta di bollo sui conti correnti e di deposito titoli, per sostituirle con un’aliquota progressiva minima dello 0,2% a partire da ricchezze superiori a 500mila euro e fino a 1 milione di euro, per arrivare al 2% oltre i 50 milioni € e al 3% per fortune superiori al miliardo di euro.

Proprio la patrimoniale è stata evocata dal fondatore del M5s Beppe Grillo, contrario alla riforma e all'utilizzo dei fondi del Mes. Per il comico genovese, lo Stato per reperire un extra-gettito dovrebbe inoltre pretendere dalla Chiesa il pagamento dell'Imu.

Tags:
Tasse, Fisco, Finanze, Economia, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook