09:24 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
202
Seguici su

La scuola e in particolare gli studenti e le studentesse pugliesi, sarebbero la causa dell'aumento del contagio di coronavirus nella Regione Puglia. A scriverlo l'assessore alla Salute Lopalco.

Secondo l’assessore alla Salute della Regione Puglia Pierluigi Lopalco la scuola pugliese ha funzionato da super diffusore della pandemia.

La scuola per Lopalco, almeno nella regione governata da Michele Emiliano, è stata “effettivamente un incubatore di infezione”.

Il medico e igienista Lopalco aveva inviato al presidente Emiliano una nota che è poi entrata nell’ordinanza da quest’ultimo firmata la scorsa notte con l’entrata in vigore del nuovo dpcm di Natale sul territorio nazionale. L’ordinanza regionale lascia la facoltà ai genitori se mandare i figli a scuola o meno, scaricando quindi su di loro ogni responsabilità.

Secondo Lopalco la “ripresa epidemica” in Puglia non è dovuta alle vacanze estive in cui sono caduti i più fondamentali richiami e norme per il contenimento del contagio, ma è dovuto agli studenti che poi hanno contagiato il personale scolastico.

“È di particolare rilievo l’evidenza che la maggior parte dei contagi nella prima fase della ripresa epidemica abbia interessato principalmente gli studenti mentre successivamente sia stato interessato anche il personale scolastico”, scrive nero su bianco l’assessore.

“I dati in questione – aggiunge Lopalco – mostrano in maniera evidente come l’attività scolastica abbia rappresentato nell’area metropolitana di Bari un facilitatore dei contagi e che i focolai scolastici abbiano avuto inizio dalla popolazione studentesca”.

 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook