20:19 10 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
1744
Seguici su

Per il leader del Carroccio l'Italia "non è solo grandi metropoli" ed occorre pensare ad "anziani soli e disabili".

In una diretta Facebook il leader della Lega Matteo Salvini ha contestato le misure del nuovo Dpcm, che prevedono sostanzialmente l'autoisolamento per Natale e Capodanno, così come forti limitazioni alla vita sociale e familiare per tutto il periodo natalizio.

Secondo Salvini, bisogna pensare agli "anziani soli, ai disabili senza sostegno. L'Italia non è solo grandi metropoli, 1500 comuni italiani hanno meno di 1000 abitanti."

Il leader del Carroccio contesta al governo di negare per decreto il diritto alla famiglia nelle festività maggiormente sentite.

"Non si può separare genitore da figlio, nipote da nonno. E' immorale chiudere in casa gli italiani nella notte più bella dell'anno, quella di Natale, nessuno reclama il diritto al caos ma alla famiglia ed il governo non può rubarlo", afferma Salvini, sottolineando come "non si può negare per decreto il diritto alla famiglia".

Inoltre Salvini rileva l'ipocrisia di queste misure.

"Che senso ha separare le persone dal 21dicembre al 6 gennaio con un caos che ci sarà il 18, 19, 20 dicembre, come se il virus andasse a giornate. Non si può negare per decreto il diritto alla famiglia".

A partire da oggi venerdì 4 dicembre 4 entra in vigore il "Dpcm di Natale" che disciplina le misure di contenimento della pandemia fino alla fine del periodo festivo, 6 gennaio compreso.

Il punto principale, contestato dal leader leghista, contempla il divieto di spostamenti tra le regioni e lo stop agli spostamenti tra i comuni per Natale, Santo Stefano e Capodanno (25-26 dicembre e 1° gennaio). In aggiunta il coprifuoco rimane attivo dalle 22 alle 5 per tutto il periodo natalizio, ad eccezione della notte di Capodanno dove il coprifuoco è stato esteso dalle 22 alle 7 della mattina del 1.

Sulla scuola la decisione è rimasta ferma sul 7 gennaio, con il ritorno degli studenti delle scuole superiori alla didattica in presenza al 75%. Gli impianti sciistici rimarranno anch'essi chiusi dal 4 dicembre fino al 6 gennaio.

Mentre i negozi saranno aperti fino alle ore 21 per garantire lo shopping natalizio e la visita scaglionata dei clienti, bar e ristoranti rimarranno aperti a pranzo nelle zone gialle, mentre in zone arancioni e rosse sarà effettuabile solo l'asporto dalle 5 alle 22. Gli alberghi rimarranno sempre aperti, ma la notte di Capodanno chiuderanno alle ore 18 senza possibilità di feste o cenoni.

Tags:
Società, governo, Natale, Matteo Salvini, Lega
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook