10:20 21 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
Di
122
Seguici su

Il presidente della Regione Lombardia critica la metodologia dell’esecutivo ma si dice sollevato della riduzione dei casi di contagio auspicando di passare alla zona gialla presto.

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha criticato il metodo usato dal governo Conte nella gestione dei Dpcm che si susseguono da mesi per affrontare l’emergenza coronavirus e ha chiesto che le proposte delle regioni vengano prese in considerazione.

In un’intervista al Corriere della Sera Fontana ha dichiarato: “Ci mandano il testo del decreto alla sera tardi, sanno che il confronto tra le Regioni è fissato per le 10 del mattino e ci chiedono di dare risposta entro le 11?”. “Mi piacerebbe che mi venisse anche concesso il tempo per dire la mia a ragion veduta”, aggiunge.

E poi il governatore parla dell’ormai noto passaggio dalla zona arancione a quella gialla, come dovrebbe essere per tutte le Regioni verso Natale: “In base ai dati e alle valutazioni che ne conseguono, già da diversi giorni ci dovremmo trovare in questa situazione. La cosa più importante, e che fa anche piacere, è constatare che i numeri dell’epidemia si stanno ridimensionando, ma adesso attendiamo le disposizioni del Decreto del presidente del Consiglio”.

Per Fontana, l’errore è stato “che per stabilire lo scenario dell’epidemia siano stati utilizzati dati vecchi, superati, e questo rende poi difficile spiegare ai cittadini la relazione tra i loro sacrifici e i risultati raggiunti. Ma voglio anche dire che sebbene siano emerse a volte visioni e sensibilità diverse, la dialettica istituzionale ha prodotto i suoi risultati. Il contributo delle Regioni c’è stato eccome. Certo, se cambiamo i parametri in corsa allora c’è da rimanere perplessi...”.

Le vaccinazioni anti-Covid

Dopo le polemiche sui ritardi della programmazione delle vaccinazione anti-influenzali, che Fontana spedisce al mittente, sul fronte della strategia anti-Covid, il governatore dice: “Noi siamo pronti con gli spazi per lo stoccaggio e con i frigoriferi, ma la realtà è che al momento non sappiamo ancora con quale vaccino dovremo operare e l’Aifa non si pronuncerà prima della fine di dicembre”.

Tags:
Lombardia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook