07:22 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
603
Seguici su

Nei sondaggi cresce il gradimento del premier Conte e del ministro della Salute, Roberto Speranza, assieme ad un leggero incremento della fiducia nel governo, che tuttavia non piace a oltre 6 italiani su 10. Bene Meloni e Berlusconi, mentre prosegue la crisi di consensi di Matteo Salvini.

Gli italiani preferiscono Giuseppe Conte, ma il suo primo posto nella classifica dei leader più graditi non è indiscusso. E' quanto emerge dal sondaggio Monitor Italia di Tecnè per l'agenzia Dire, aggiornato a fine novembre. Il premier è insidiato da Giorgia Meloni, mentre sul podio del gradimento sale il ministro Roberto Speranza scalzando dal terzo posto Matteo Salvini. 

Il governo recupera lo 0,6 di fiducia, raggiungendo un consenso pari al 32%, un dato inferiore al 37,3% registrato all'inizio della seconda ondata nella prima metà di ottobre, ma nettamente superiore al 26,3% nel novembre 2020. Non hanno fiducia nel governo oltre 6 italiani su 10 (il 62,9%). 

Il gradimento dei leader

In testa alla classifica sul gradimento dei leader si conferma il premier Giuseppe Conte, che con un balzo di 0,8 punti difende la sua pozione portandosi al 38,2%, tallonato da Giorgia Meloni che con il 37,3% si conferma la leader più apprezzata del centrodestra. Cresce il gradimento verso il ministro della Salute, Roberto Speranza, premiato con  0,8 punti di consenso per la gestione dell'emergenza sanitaria, al 34,8%. 

Il leader della Lega, Matteo Salvini, si allontana sempre più dal podio e perde 0,2 punti, portandosi al 31,3%. In crescita il gradimento del ministro dell'Economia Gualtieri al 26,7% (+0,3) e della titolare del Viminale, Luciana Lamorgese al 26,6% (+0,2). Balzo in avanti per Silvio Berlusconi, che vive una ripresa di consenso con un balzo di 0,6 punti che lo porta al 22,5%, meglio di Di Maio (18,8%), Calenda (19%) e Renzi (14,1%). Il segretario del PD, Nicola Zingaretti, perde lo 0,1 e resta al 24,2%, mentre il capo politico del M5S, Vito Crimi, rimane sotto la soglia del 10%, con il 9,2% di gradimento. 

Le intenzioni di voto

Il sondaggio Monitor Italia ha anche rilevato le intenzioni di voto degli italiani se si dovesse andare al voto adesso. Prosegue la crisi di consensi della Lega, che va a vantaggio del PD e di Forza Italia, mentre il partito di Giorgia Meloni vede una battuta d'arresto dopo una fuga incessante durata un anno, che l'ha portato a superare il M5S e diventare la terza forza politica del Paese. 

La Lega perde 0,2 punti ma resta il primo partito con il 23% dei consensi. Il PD, pur con una variazione positiva di 0,2, resta distante di oltre due punti percentuali, al 20,8%. Fratelli d'Italia subisce un lieve calo al 16,9%, mentre il M5S accorcia le distanze e si porta al 14,6%. Forza Italia si porta a 8,2%, mentre gli altri partiti gravano attorno alla soglia del 3%, con La Sinistra al 3,4%, Azione al 3,3%, Italia Viva al 3,2%. Sotto il 2% restano +Europa 1,9%, Verdi +1,5%.

Infine il 57% degli intervistati si è detta favorevole a un rimpasto di governo mentre la maggioranza degli elettori dei partiti di governo, pari al 52,2% non approva un cambiamento della squadra dell'esecutivo. 

Tags:
Sondaggi, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook