13:42 14 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Smantellate le piazze di spaccio di Mascalucia e Gravina. Un pusher nel tentativo di distruggere delle cimici aveva dato fuoco a un'area verde.

Con un blitz antidroga condotto dai carabinieri del Comando provinciale di Catania, su mandato della Direzione distrettuale del capoluogo etneo, sono state sgominate due organizzazioni criminali dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno eseguito 15 misure cautelari d'arresto, 12 in carcere e 3 ai domiciliari. Un altro indagato è ancora ricercato all'estero. 

Le due bande gestivano le piazze di spaccio di marijuana e hashish di Gravina e Mascalucia, città nell'hinterland catanese. La struttura dei due gruppi criminali era a "conduzione familiare" e coinvolgeva anche le donne, a cui era affidata la contabilità o il compito di nascondere la droga. 

Le indagini sono state avviate dai carabinieri di Gravina che hanno preso di mira i vertici delle due organizzazioni, dirette sono Giuseppe Nicolosi detto 'Kawasaki' e l'altro da Roberto Cerami. 

Gli indagati temevano di essere spiati dalle forze dell'ordine. In un episodio le telecamere degli investigatori hanno catturato le immagini di Nicolosi mentre cercava e scopriva delle "cimici" piazzate in un'area di spaccio da lui gestita. Un altro indagato, invece, sospettando di essere ripreso, ha dato fuoco ad un'area verde per distruggere eventuali telecamere nascoste. 

Questa operazione avviene ad una settimana da un maxi blitz con cui i militari catanesi hanno smantellato le piazze di spaccio di San Giovanni Galermo, alla periferia di Catania, roccaforte del traffico di stupefacenti. 

Tags:
carabinieri, operazione antidroga, Droga, Sicilia, Catania
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook