09:12 23 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
155
Seguici su

Il presidente dell'Inps ha rimarcato l'importanza dello strumento di welfare che ha permesso di fasce della popolazione senza accesso a Cig o Naspi.

“Se non avessimo avuto il reddito di cittadinanza 3,1 milioni di persone sarebbero sul lastrico, sarebbero sprofondati. La Cig e la Naspi non li avrebbero raggiunti”. Lo ha detto ai microfoni di Mattino 24, su Radio 24, il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, sottolineando che “senza questo paracadute sarebbe stata a rischio la coesione del Paese”.

Tridico ha ammesso che "c’è qualcosa da migliorare sul lato delle politiche attive", ma dall'altro lato "questo non può essere un anno di test perché il Paese è fermo".

"Io vedo il reddito di cittadinanza come uno strumento di sostegno al reddito, di lotta alla povertà, piuttosto che di politiche attive”, ha proseguito il presidente dell'Inps, precisando che tutta la questione legata alle politiche attive e ai navigator esiste, ma "è marginale”, ha aggiunto.

Cig mai arrivata per alcuni lavoratori

Il presidente Tridico ha fatto il punto sulla cassa integrazione, altro strumento di welfare adottato per fronteggiare l'emergenza Covid durante il lockdown. La Cig è arrivata a circa 6,6 milioni di lavoratore, per 3,6 milioni erogata dall'Inps mentre per 3 milioni anticipata dalle aziende. Lo 0,2 non ha ancora ricevuto nulla, ha affermato. In tutto sono 28,2 milioni le prestazioni eseguite dall'istituto di previdenza. 

Tags:
INPS, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook