11:31 01 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
10716
Seguici su

Un servizio de 'Le Iene' mostra Olivia Paladino, compagna del premier, aiutata dalla scorta mentre esce da un supermercato. Secondo un'informativa inviata al Viminale la scorta era lì al seguito del premier, recatosi a casa della sua compagna, e sarebbe intervenuta in un momento di concitazione.

La Procura di Roma indaga in relazione all’uso improprio della scorta da parte del premier Giuseppe Conte dopo una denuncia presentata da Roberta Angelilli, esponente di Fratelli d’Italia.

Secondo quanto riferito da Adnkronos, a seguito di ciò un’informativa di servizio sarebbe stata inviata al Viminale.

I pm di piazzale Clodio stano cercando di fare luce si un episodio del 26 ottobre, quando la scorta del premier è intervenuta per fare uscire da un supermercato Olivia Palladino, compagna del premier. 

Sul luogo era presente un inviato de 'Le Iene', Filippo Roma, che ieri è stato ascoltato a piazzale Clodio come persona informata dei fatti.

I magistrati a breve decideranno se inviare il fascicolo al tribunale dei ministri.

Nella relazione consegnata al ministero dell’Interno viene così ricostruita la vicenda: la scorta di Conte si trovava lì perché il premier si era recato nell'appartamento della sua compagna, dal quale sarebbe uscito di lì a poco venendo quindi atteso dai suoi uomini. Nel supermercato di fronte l’abitazione c’è stato un momento di concitazione che ha richiamato l’attenzione di uno dei poliziotti in seguito alla segnalazione di un addetto del supermercato, che ha fatto presente che una donna lì presente si trovava in difficoltà. La donna era appunto Olivia Paladino, incalzata dalle domande dell'inviato de 'Le Iene'. Il poliziotto ha aiutato così a uscire così dal supermarket la Paladino, la quale si è recata nella sua vicina abitazione non usando a tal proposito l'auto blu.

Conte non è intervenuto nella vicenda, di cui è stato informato solo in seguito. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook