03:58 02 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
2714
Seguici su

Festività natalizie all'insegna della sobrietà: è quanto emerge dalla riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione sul prossimo Dpcm con le misure per arginare la pandemia di Covid.

Il governo non cambia la linea del rigore e della sobrietà per contenere la pandemia di Covid anche in occasione di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Anche se le decisioni definitive mancano ancora e su alcuni punti la discussione è aperta per la divergenza di vedute, si va verso Regioni blindate con spostamenti interregionali concessi solo ai residenti, bar e ristoranti chiusi alle 18, orari prolungati per esercizi commerciali per scongiurare assembramenti e coprifuoco rigido alle 22, anche nella notte di Natale e Capodanno.

Restano ancora molti punti aperti da discutere e concordare, come l'idea di introdurre una quarantena di 15 giorni per chi rientra dall'estero per le festività natalizie, così come si gioca ancora la partita scuola, con la ministra Azzolina supportata dai renziani che spinge per la didattica in presenza per le scuole superiori già a dicembre, mentre altri sono orientati a gennaio.

Tuttavia il governo dovrebbe varare un unico dpcm il prossimo 4 dicembre, con la conferma della divisione del Paese in zone a seconda della situazione epidemiologica e con misure ad hoc per le festività natalizie in vigore in date successive, con l'obiettivo di limitare i contagi a seguito di esodi natalizi, fanno sapere fonti a Palazzo Chigi.

Ricordiamo che in precedenza il ministro della Salute Roberto Speranza ha promosso Lombardia, Piemonte e Calabria a zona arancione e Liguria e Sicilia a zona gialla.

Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute, in Italia sono stati verificati 28.352 nuovi contagi di Covid. L'indice Rt a livello nazionale è sceso all'1,08.

Tags:
governo, Società, Capodanno, Natale, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook