18:15 05 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
254
Seguici su

In un'intervista concessa al TG 5, il premier analizza l'attuale situazione epidemiologica: nel suo intervento, plauso agli italiana e alla responsabilità della maggioranza, difesa del sistema di monitoraggio adottato dal governo e buoni auspici per la ripresa, pur ribadendo che vivremo un Natale diverso da quanto siamo abituati.

"Domani è una giornata importante: mi aspetto un Rt nazionale all'1. Sarebbe un segnale importante, e che molte regioni che sono rosse diventino arancioni o gialle. Questo significherebbe misure meno restrittive per i cittadini", è l'auspicio del premier, condiviso attraverso le telecamere del TG5, in merito ai risultati del nuovo, prossimo report. 

Nella sua intervista Conte ha reso omaggio al "senso di responsabilità della stragrande maggioranza degli italiani: ancora una volta, pur in mesi difficili, stanno rispettando le regole e stanno dando ancora una volta una grande prova di responsabilità".

Ribadita inoltre la convinzione della bontà del sistema di misure non estese a tutta la nazione ma circoscritte a seconda della situazione locale, "un sistema di monitoraggio che sta funzionando, con misure chirurgiche ancor più circoscritte".

Il Primo Ministro ha anche parlato del Natale, che - nonostante i buoni auspici - sarà diverso da quello che siamo soliti celebrare. 

"È necessario fare ancora sacrifici, non possiamo abbassare la guardia. Sarà un Natale diverso, ma non possiamo ritrovarci con alto numero di decessi e con un nuovo stress sulle strutture sanitarie", ha detto.

Conte ha commentato anche la votazione sullo scostamento di bilancio che ha avuto l'appoggio anche delle opposizioni, con parole di elogio rivolte soprattutto a Silvio Berlusconi, "a cui bisogna riconoscere il merito di aver sempre avuto con Forza Italia questa apertura al  dialogo, questo approccio costruttivo", mostrando apprezzamento anche per "il fatto che anche le altre forze di opposizione abbiano convenuto su questa posizione, [che] è un segnale bello per tutto il Paese".

"Oggi è stato dato un bel segnale, un segnale importante: oggi la  politica nel suo complesso ha dato un segno di unità a tutta la comunità nazionale", ha espresso la sua soddisfazione.

Una soddisfazione che, come spera Conte, non si limiti alla sola giornata di oggi, 26 novembre.

"Auspico che questo dialogo continui, se ci fosse questo contributo critico pur nel rispetto dei ruoli sarebbe un bene per tutto il Paese specialmente in questo momento così drammatico", la sua speranza. 

Qui sotto il video dell'intervista completa.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook