22:49 03 Marzo 2021
Italia
URL abbreviato
716
Seguici su

Per il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, bisogna continuare a lavorare per "far andare giù la curva dei contagi", ma soprattutto "deve andare giù il numero peggiore di tutti, quello dei decessi".

"Discutere di cenoni e feste con 600-700 morti al giorno lo trovo davvero fuori luogo. Molti italiani non ci saranno più a Natale", ha detto nel suo intervento a La Vita in diretta. 

Dopo aver ricordato che il numero dei decessi per Covid-19 ha superato oggi la soglia dei 50mila, Boccia ha lanciato un appello:

"Non perdiamo il senso di comunità, quello che è venuto fuori nella prima ondata e che ci ha consentito anche di dimostrare che questo Paese ha una capacità di reazione molto forte. Lo so che è dura, per le famiglie, per i giovani, lo è per tutti, ma dobbiamo reggere, non dobbiamo farci abbattere".

Spostamenti tra regioni

A Natale "non potremo spostarci come abbiamo fatto quest'estate", ha aggiunto il ministro, sottolineando che "non ci sono le condizioni" e la priorità è "evitare la terza ondata". 

"Mai come in questo momento, dopo aver vissuto questa seconda ondata, abbiamo il dovere di evitare la terza ondata e tenere il Paese in sicurezza. Questo non significa chiudersi in casa ma significa consentire agli operatori sanitari di fare meglio il loro lavoro e mai come in questo momento hanno bisogno di noi". 

Stagione sciistica

Per la stagione sciistica "oggi non ci sono le condizioni per aprire", ha detto Boccia. Il ministro ha precisato che "le Regioni hanno consegnato delle linee guida che saranno discusse quando ci saranno le condizioni per aprire. Oggi le condizioni non ci sono, non c'è stata questa discussione. Quel comparto è in attesa, ma come tutti gli altri comparti deve avere la pazienza di anteporre l'emergenza sanitaria davanti a tutto. Valuteremo nel prossimo Dpcm se ci sono condizioni per fare cosa e quando". 

Oggi il ministero della Sanità ha riferito di 22.930 nuovi casi Covid, per un totale di oltre 1,4 milioni di contagi dall'inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore sono morte altre 630 persone, che portano il bilancio complessivo a 50.453 decessi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook