18:28 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
121721
Seguici su

I negazionisti inseguono le ambulanze del 118 in varie città italiane del Nord e accusano gli operatori sanitari di ‘girare a vuoto’ e di fare terrorismo.

È accaduto a Torino come a Milano che gli operatori delle ambulanze del 118 sono stati etichettati come “terroristi”, o accusati di girare a vuoto per spargere paura tra la popolazione con le sirene spiegate.

Motivo? Per incutere timore nei confronti della pandemia di coronavirus che, secondo i negazionisti, non esisterebbe.

A Torino a fine ottobre è accaduto un episodio abbastanza inquietante racconta l’edizione locale de La Repubblica. Un Suv ha seguito un’ambulanza del 118 e quando quest’ultima è giunta sotto casa del paziente, l’uomo alla guida dell’auto di grossa cilindrata è sceso dal mezzo ed ha inveito contro i sanitari che intervenivano per soccorrere la persona che li aveva chiamati.

L’ambulanza aveva segnalato l’inseguimento alla centrale operativa, che a sua volta aveva avvisato la polizia, che è poi intervenuta sul posto con una volante.

Negazionista identificato e segnalato, ma la direttrice del 118 ne ha parlato con il Prefetto di Torino e valutano la possibilità di azioni legali contro il negazionista per interruzione ed ostacolo di pubblico servizio.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook