03:47 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Il governo ha raggiunto un accordo con le maggiori società di telecomunicazioni italiane per permettere agli studenti di seguire le lezioni in didattica a distanza senza consumare gigabyte di connessione.

L'accordo è stato raggiunto dal governo con Tim, Vodafone e Wind Tre. Gli studenti costretti alla didattica a distanza saranno in grado di poter seguire le lezioni online senza consumare il traffico dati dei propri abbonamenti sui telefoni cellulari.

La proposta è stata avanzata dal ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina, quello per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, quello dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e quello per l'Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano.

"Quando si affronta un'emergenza come quella che stiamo vivendo serve davvero il sostegno di tutti. Da marzo ad oggi lo Stato ha già investito oltre 400 milioni per il digitale a scuola. Iniziative come questa rafforzano l'impegno per supportare studentesse e studenti. Ringrazio chi ha aderito al progetto" ha commentato il ministro Azzolina.

Strumento per alleviare un impatto economico già pesante sulle famiglie

"L'impatto, anche economico, della didattica a distanza sulle famiglie, già pesantemente provate dalle conseguenze della pandemia è un nodo a cui le istituzioni devono una risposta fatta di soluzioni concrete. La sinergia raggiunta oggi con le società di telecomunicazioni è un passo che guarda in special modo alle situazioni familiari di maggiore disagio, che sono quelle più gravemente esposte al rischio di esclusione sociale e di povertà educativa" ha ricordato il ministro Bonetti.

Al momento le condizioni in cui si trovano le scuole nelle varie parti d'Italia sono differenziate a causa principalmente della suddivisione in fasce ma anche in seguito a ordinanze regionali che in diversi territori hanno inasprito le già restrittive misure imposte dall'ultimo Dpcm. Nei giorni scorsi la Basilicata ha annunciato la chiusura delle scuole fino al 3 dicembre, mentre la Campania ne ha comunicata la riapertura per il 24 di novembre.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook