02:49 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 23
Seguici su

In seguito al tampone fai da te effettuato in diretta dal governatore del Veneto durante il suo briefing giornaliero con la stampa, alcuni virologi hanno espresso opinioni sull'efficacia e la validità di un test rapido come quello presentato dal Presidente della regione Luca Zaia.

Il tampone rapido fai da te presentato e sperimentato in diretta ieri durante la conferenza stampa del governatore del Veneto potrebbe essere una svolta nella diagnosi e nel tracciamento dei positivi al Covid, ma la sua efficacia è ancora da testare su vasta scala. A tale proposito si sono espressi alcuni virologi, commentando la validità del test e in che forma esso possa essere utilizzato.

Pregliasco: elemento complementare per la diagnosi di positività

"I test fai da te sono un elemento complementare. I tamponi molecolari rimarranno il riferimento per eseguire una diagnosi a livello ospedaliero, ma i test aiuteranno a ridurre quell’ansia da parte dei cittadini che, spesso abbiamo visto nel recente passato, ha determinato code inenarrabili per eseguire i tamponi. Questo test potrebbe rendere meno ansiogena l’attesa del tampone" ha spiegato il virologo dell’Università degli studi di Milano e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano Fabrizio Pregliasco ai microfoni di Sky Tg24.

Crisanti: "Mi piacerebbe sapere cosa c'è dietro quella striscetta"

"Personalmente penso che, dal punto di vista epidemiologico e di sanità pubblica, un tampone 'fai da te' per la diagnosi di Covid-19 "trova un'applicazione un po' problematica. Mi piacerebbe sapere cosa c'è dietro quella striscetta" ha affermato Andrea Crisanti, direttore di Microbiologia e Virologia dell'azienda ospedaliera - università di Padova, in un collegamento televisivo su Rai 3.

Quest'ultimo di fatto aveva già bocciato l'idea dei tamponi fai da te, definendo questa tipologia di test come una banalizzazione di un problema molto serio.

"Penso che in un'epidemia la tracciabilità e l'identificazione dei contatti sia un caposaldo. Questa non credo sia una cosa seria [...] Stiamo banalizzando una cosa serissima di sanità pubblica, paragonandolo a un test di gravidanza" ha affermato a Radio Capital in merito al kit presentato dal governatore Zaia.

Secondo Crisanti il rischio è quello di creare situazioni dove i cittadini si faranno il tampone fai da te a casa, con il rischio che alcuni di loro pur positivi escano dalle proprie abitazioni.

Nella giornata di ieri il Presidente della Regione Veneto ha presentato e sperimentato in diretta il test rapido per il tampone fai da te durante la sua conferenza stampa giornaliera sulla situazione Covid. Il nuovo test, che si presenta come un kit molto simile a quelli già utilizzati per la misurazione della glicemia o per le gravidanze, è stato sperimentato già dal mese di giugno presso il reparto di microbiologia dell'ospedale di Treviso e sarà adesso messo alla prova in altri cinque istituti del Veneto. La sua particolarità risale al fatto che in pochi secondi è possibile sapere l'esito del test.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook